foto (5)

Abderrahmane Amajou

Nato in Marocco, dal 1994 vive nella provincia di Cuneo, si è laureato in Studi Internazionali –
Scienze Politiche a Torino. Ha conseguito il Master in Managment of Development presso il campus ILO (Organizzazione Internazionale delle Nazioni Unite). Scrive come collaboratore per la rivista settimanale Origami della testata La Stampa. Nel 2014 è stato eletto nel Consiglio comunale di Bra, dove ha avuto la delega alle politiche giovanili e l’inclusione. Da luglio 2020 fa parte del Consiglio D’Amministrazione dell’Ufficio Pio della Fondazione Compagnia San Paolo insieme ad altri esperti per sviluppare nuove idee per contrastare la povertà e l’esclusione nella città di Torino e in Piemonte. Ha ricoperto il ruolo di referente d’area dei paesi del Nord Africa per Slow Food Internazionale. Nel 2015 diventa responsabile dell’ufficio dedicato alle tematiche migratorie, per Slow Food. Nel 2011 inizia la carriera di mediatore interculturale negli uffici della prefettura di Cuneo, nelle scuole e nel carcere di Cuneo con un progetto per i detenuti e la polizia penitenziaria. Ha contribuito alla nascita dell’associazione internazionale Alliance for Freedom and Dignity. E’ stato presidente dell’associazione nazionale NILI (Network Italiano dei Leader per l’Inclusione) con sede a Torino. Da settembre è presidente dell’associazione CoDiasCo, un’associazione regionale che raggruppa le associazioni della diaspora in Piemonte nel campo della cooperazione internazionale. Fa parte di Transatlantic Inclusion Leaders Network (TILN) di German Marshall Fund, un gruppo di giovani attivisti, tra Europa e Stati Uniti, per l’inclusione.

marco aime

Marco Aime

Antropologo e scrittore italiano, docente di antropologia culturale presso l’Università di Genova. Ha condotto ricerche sul campo in Africa occidentale (Benin, Mali) e sulle Alpi nonché ha compiuto numerosi viaggi in paesi extraeuropei, si interessa prevalentemente alle tematiche legate al concetto di identità e al turismo. Consulente scientifico del festival Pistoia – Dialoghi sull’uomo, dedicato all’antropologia del contemporaneo, sin dalla sua nascita, nel 2010, ha partecipato a tutte le edizioni e ha scritto due libri e collaborato a 4 volumi per la collana Dialoghi sull’uomo – Utet. In ambito letterario, ha vinto il Premio Chatwin e il Premio Albatros con il libro di racconti Taxi Brousse

Agostino Agostinelli

Agostino Agostinelli

Da sempre impegnato in attività politica a partire dall’ iniziale impegno con il Manifesto nel 1970. Insegnante sino al 1976 (scuole medie e coordinatore di corsi 150 ore), attivista politico a tempo pieno sino al 1985 (prima nel Pdup, successivamente nel Pci). Dal 1985 al 1990 amministratore di una piccola società milanese che si occupa di comunicazione legata all’innovazione tecnologica, coordina una delle prime ricerche nazionali sul “mercato ambientale”. Da sempre interessato e attento ai temi ambientali, attivo nella fase iniziale di Legambiente; dal 1990 al 2000 consigliere regionale in Lombardia, segue le commissioni ambiente (di cui è segretario) e cultura. Dal 2002 al 2007 consigliere d’amministrazione di Arpa Lombardia, dal 2007 al 2016 presidente del parco regionale Adda nord; negli stessi anni e sino ad oggi attivo in Federparchi, di cui è tuttora vicepresidente nazionale.

Agostino2

Maurizio Agostino

Esperienza: Nuove imprese agricole in Calabria

E’ Presidente, rappresentante legale e coordinatore delle attività sociali di HUMUS, RETE SOCIALE PER LA BIOGRICULTURA ITALIANA. E’ Socio fondatore e Presidente di IGEA S.r.l (Istituto di Ispezione per la Garanzia Ecologica dell’Agroalimentare), è responsabile della Struttura Operativa Territoriale dell’Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale in Calabria e Responsabile della sede Sud Italia di CSQA Certificazioni per le certificazioni in agricoltura biologica.

Ammirati

Tito Ammirati

Consegue la Laurea in Economia dei Servizi e delle imprese No PROFIT presso l’Università Cattolica di Milano. Incontra il Gruppo Abele Onlus durante il corso per conduttori di gruppi di autoaiuto. Dal 1993 al 1995 è responsabile di una Casa alloggio per reinserimento di ex tossicodipendenti. Da ottobre 1996 diventa socio lavoratore presso la Cooperativa sociale Arcobaleno (Resp. Uff. Personale e progetti personalizzati soggetti  svantaggiati). Dal ‘97 è consigliere di amministrazione del Consorzio Network Cartesio e dal ‘98 al 2003 è Presidente del Consorzio Sociale Abele Lavoro. Dal 2000 al 2003 è consigliere di amministrazione del Gruppo Abele Onlus.

Dal 2003 è Presidente della Cooperativa sociale Arcobaleno, dal 2015 Presidente “Rete 14 luglio” (Ass. naz. di cooperative sociali d’inserimento lavorativo che  svolgono servizi ambientali). Dal 2016 è componente e delegato nazionale del direttivo regione Piemonte Legacoopsociali.

carla ancona

Carla Ancona

specialista in Statistica Sanitaria, master in Valutazione e Gestione delle Tecnologie Sanitarie e Management. Epidemiologa ambientale al Dipartimento di Epidemiologia del SSR del Lazio, si occupa degli effetti sulla salute dell’inquinamento atmosferico e acustico e della mobilità. Autrice di numerosi articoli scientifici e docente per i temi Ambiente e Salute in corsi nazionali ed internazionali. Co-Chair della XXVIII edizione della Conferenza dell’International Society Environmental Epidemiology, Roma 2016. Premio High Scoring Abstract alla International Congress on Transport and Health, 2017. Coordinatrice del GdL promosso dall’Associazione Italiana di Epidemiologia “COVID19, sorveglianza regionale dell’incidenza per età ed impatto delle misure”. Coordina la Rete Italiana Ambiente e Salute (www. https://rias.epiprev.it/).

tommaso anfodillo

Tommaso Anfodillo

Professore Ordinario presso il dipartimento TESAF dell’Università degli Studi di Padova, è coordinatore del Centro Studi per l’Ambiente Alpino di S. Vito di Cadore (BL). Dal 2017 è Presidente del Consiglio di Corso di Laurea aggregato in Tecnologie forestali e ambientali e Scienze forestali e ambientali. E’ stato relatore di oltre 110 tesi di laurea e supervisore di oltre 15 tesi di dottorato. Ha indirizzato le sue ricerche nell’ambito dell’ecologia forestale con particolare attenzione alle relazioni idriche in specie forestali, all’architettura idraulica negli alberi e agli effetti dei cambiamenti climatici sulle foreste. Ha coordinato e partecipato a progetti di ricerca sia nazionali sia internazionali in diverse aree del pianeta (Carpazi, Karakorum, Himamalya).  Ha all’attivo più di 100 pubblicazioni di cui più di 60 censite Scopus, un h-index di 28 ed oltre 500 citazioni all’anno.

carlo barbante

Carlo Barbante

Professore ordinario all’Università di Venezia dove si occupa da anni di ricostruzioni climatiche ed ambientali. Ha partecipato a numerose spedizioni e campagne di prelievo in aree polari e nelle Alpi ed è coordinatore di progetti di ricerca nazionali ed internazionali, autore di oltre 250 pubblicazioni in riviste scientifiche. Docente di Earth’s Climate alla Ca’ Foscari Harvard Summer School, ha recentemente acquisito il Advanced Grant dell’European Research Council per lo studio dell’impatto antropico sul clima in epoca pre-industriale. È stato professore distaccato presso l’Accademia Nazionale dei Lincei dal 2012 al 2014 ed è membro eletto dell’Accademia delle Scienze detta dei XL e dell’Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti.  Per sette anni è stato direttore dell’Istituto per la Dinamica dei Processi Ambientali del CNR.

bassignana

Davide Bassignana

Esperienza: Bosco di Comunità 

Ricercatore informatico, apicoltore, presidente di APISFERO, associazione di promozione sociale costituita da esperti in informatica ed elettronica che mettono queste tecnologie a servizio dell’ambiente. Creatori del Bee Varroa Scanner (BeeVS), uno scanner capace di riconoscere e contare la varroa in sito. La missione dell’associazione è usare le tecnologie sostenibili nella cura della Terra.

Portavoce del Bosco di comunità del Truc bandiera, per il quale novantasei cittadini del territorio della Collina morenica (Rivalta-Rivoli-Villarbasse) hanno acquistato collettivamente, a nome di Pro Natura Torino Onlus, il bosco ceduo sul culmine di una delle tre colline simbolo di Rivalta di Torino, il Truc bandiera. Scrivono della loro esperienza: «Abbiamo scelto di recuperare una tradizione antica per esprimere il possesso “allargato” di un bosco. La nostra comunità ha maturato nuove consapevolezze, nuove identità, nuovi modi per stare insieme e valorizzare la nostra collina morenica e la natura che ci circonda. Il bosco del Truc bandiera, con il suo alto valore simbolico, diventerà un bene alla cui ombra la comunità e il suo pensiero riposano.»

Battaglia-Rosy

Rosy Battaglia

Giornalista d’inchiesta si occupa da quasi dieci anni dei cittadini e delle comunità che, come
Taranto, hanno sofferto e soffrono a causa degli squilibri ambientali. Ha fondato l’associazione “Cittadini Reattivi” (http://www.cittadinireattivi.it/), dedicata al giornalismo indipendente e che ha realizzato, grazie al crowdfunding, due documentari: “La rivincita di Casale Monferrato” e, il secondo dedicato al caso Brescia che avrebbe dovuto essere presentato il 6 marzo a Roma. Scrive su canale informativo Lifegate, Valori.it e su Donna Moderna .

bava

Simone Bava

Esperienza: Area Marina Protetta Bergeggi

Biologo, direttore Settore Area Marina Protetta presso Comune di Bergeggi (SV) con incarico di dirigere, coordinare e gestire l’area protetta sia nelle mansioni di tipo prettamente burocratico che nel coordinamento delle attività tecniche, scientifiche e gestionali.

becci

Irene Becci

Professoressa all’Università di Losanna di “Emergenze religiose e nuove spiritualità”, ha svolto ricerche teoriche ed empiriche sui collegamenti tra religione e stato in vari centri di ricerca in Svizzera, Germania, Italia. I suoi principali interessi di ricerca sono le implicazioni della diversità religiosa e spirituale in contesti specifici, come istituzioni totali, aree urbane marginali, aree post-socialiste nonché questioni epistemologiche e metodologiche della ricerca qualitativa. È membro di diverse reti di ricerca come il gruppo di lavoro della sociologia della religione European Sociological Association (ESA) e la International Society for the Study of Religion (SISR / ISSR).

benedetteli

Stefano Benedettelli

Docente di Genetica Agraria e di Miglioramento Genetico delle Specie Vegetali. È membro del Collegio Docenti della Scuola di Dottorato di Ricerca in “Scienze Agrarie e Ambientali” presso la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Firenze. Ha trascorso un periodo presso il dipartimento Plant Science della TA&MU University (Texas) occupandosi di sviluppare i marcatori genetici per il frumento. Le sue principali linee di ricerca riguardano la genetica quantitativa e l’applicazione della biologia molecolare per la valutazione delle risorse genetiche vegetali ai fini della loro conservazione e valorizzazione. Collabora con l’ARSIA, la Comunità Montana “montagna Fiorentina” (FI) e la Provincia di Siena per il recupero e la caratterizzazione di vecchie e nuove varietà di frumento tenero e duro. Collabora, inoltre, con il Dipartimento di Area Critica Medico Chirurgica dell’Università di Firenze.

bergia

Maurizio Bergia

Esperienza: I tesori della terra

Educatore, ha svolto l’attività di educatore presso un centro diurno per disabili dal ’94 al 2001, ha ricoperto il ruolo di assessore alle Politiche sociali del Comune di Fossano (CN) dal 2001 al 2014; dal 2014 è Presidente della Cooperativa sociale ed agricola I Tesori della Terra Onlus di Cervasca (CN), che opera nel campo della produzione di yogurt e formaggi biologici di qualità e dell’inserimento di soggetti svantaggiati in progetti di agricoltura sociale (Fattoria Didattica e centro diurno diffuso in agricoltura). Opera anche nella Cooperativa sociale Il Ramo come responsabile dell’Emporio Solidale Officina del Possibile in collaborazione con la Caritas Diocesana. Dal 2015 è supervisore operativo della Cooperativa Agricola Cieli e Terra Nuova di Rimini, che porta avanti percorsi di reinserimento sociale di detenuti con il progetto Comunità educante con i carcerati (in alternativa alla detenzione carceraria) a San Facondino a Saludecio di Romagna.

berrino

Franco Berrino

Laureato in medicina e chirurgia all’Università degli Studi di Torino si è specializzato in anatomia patologica dedicandosi soprattutto all’epidemiologia dei tumori. Dal 1975 al 2015 ha lavorato all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, dove ha diretto il Dipartimento di medicina preventiva e predittiva. È stato autore di molte pubblicazioni scientifiche ed ha collaborato al Food, nutrition, physical activity and the prevention of cancer, pubblicato nel 2007 dal World Cancer Research Fund International. Attualmente è presidente dell’associazione La Grande Via che si impegna a promuovere la consapevolezza che il benessere, la salute fisica e spirituale, la longevità in salute, dipendono dal cibo che mangiamo, dall’esercizio fisico e dall’esercizio della nostra mente.

bettazzi

Mons. Luigi Bettazzi

Vescovo emerito di Ivrea, è l’unico vescovo cattolico italiano oggi vivente che ha preso parte al Concilio Vaticano II.  Ordinato presbitero il 4 agosto 1946 a Bologna, si è laureato in Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e poi in Filosofia presso l’Università degli Studi Alma Mater di Bologna. Il 10 agosto 1963 è stato nominato vescovo titolare di Tagaste e vescovo ausiliare di Bologna. Il 4 ottobre 1963 è stato consacrato vescovo dal cardinale Giacomo Lercaro. Ha partecipato a tre sessioni del Concilio Vaticano II. Al termine del Concilio, il 26 novembre 1966, è diventato vescovo di Ivrea, diocesi che reggerà sino al 1999. Nel 1968 è stato nominato presidente nazionale di Pax Christi, movimento cattolico internazionale per la pace e nel 1978 ne è diventato presidente internazionale, fino al 1985 vincendo per i suoi meriti il Premio Internazionale dell’Unesco per l’Educazione alla Pace.

bevilacqua

Piero Bevilacqua

Già professore ordinario di Storia contemporanea all’Università di Roma «La Sapienza», nel 1986 ha fondato con altri studiosi l’Istituto meridionale di storia e scienze sociali (Imes), di cui è presidente. Tra le tante pubblicazioni si ricordano: Breve storia dell’Italia meridionale (Donzelli, 1993, 2005), Miseria dello sviluppo (Laterza, 2008), Il grande saccheggio. L’età del capitalismo distruttivo (Laterza, 2011), Il cibo e la terra. Agricoltura, ambiente e salute negli scenari del nuovo millennio (Rosso e Nero, 2018). È uno degli studiosi chiamati a partecipare al Manifesto Food for Health (Cibo per la salute) promosso da Vandana Shiva.

Jean-René Bilongo

Jean Renee Bilongo

Originario del Camerun, vive in Italia da oltre 20 anni. Il suo impegno comincia nel contesto di Castel Volturno, nel casertano. Partito dalla condizione di “clandestino”, si inserisce nella rete associativa locale prima dell’approdo in FLAI- CGIL Caserta. E’ un sindacalista, attivista e giornalista, è tra i dirigenti nazionali della Flai Cgil, membro della segretaria nazionale e attivo nell’Osservatorio Placido Rizzotto, che ha il compito di indagare l’intreccio tra la filiera agroalimentare e la criminalità organizzata, con particolare attenzione al fenomeno del caporalato.

BOERO-ferdinando-TFC-2018

Ferdinando Boero

Professore ordinario di Zoologia al Dipartimento di Biologia dell’Università Federico II di Napoli. Associato a CNR-IAS e alla Stazione Zoologica Anton Dohrn. Autore di centinaia articoli, volumi scientifici e di quattro libri divulgativi. Responsabile di progetti di ricerca finanziati da vari Ministeri italiani, dalla Comunità Europea, dalla National Science Foundation of the US, UNEP e SPA-RAC delle Nazioni Unite, Autorità locali italiane. È o è stato componente dei comitati editoriali delle riviste: Oebalia, Thalassia Salentina, Italian Journal of Zoology, Cahiers de Biologie Marine, Journal of Evolutionary Biology, Ecology Letters. Responsabile di un nodo della Rete Europea di Eccellenza su Marine Biodiversity and Ecosystem Functioning. Medaglia Albert 1er Prince de Monaco, Prix Manley Bendall 2005, dell’istituto Oceanografico di Parigi. Ha ricevuto la Medaglia per le Scienze Fisiche e Naturali dell’Accademia Nazionale delle Scienze, e del Tridente D’Oro dell’Accademia Internazionale di Scienze e Tecniche Subacquee. Cittadino onorario di Porto Cesareo. Frank Zappa ha scritto una canzone su di lui: Lonesome Cowboy Nando. Cura un Blog sul Fatto Quotidiano Temi di ricerca: biodiversità, funzionamento degli ecosistemi, biologia marina, ecologia evoluzionistica, biologia dello sviluppo, filosofia della scienza e meduse.

unnamed

Vanda Bonardo

Ambientalista fin dalla giovane età, è laureata in Scienze Naturali. Per diversi decenni ha coniugato l’impegno nelle politiche ambientali con le attività di formazione ed educazione. Dal 1995 al 2011 ha collaborato con l’associazione nazionale Legambiente Scuola e Formazione. Ha scritto soggetto e sceneggiatura del documentario “Libellule”, il documentario scientifico più premiato in Italia nel 2009. E’ stata membro della redazione della rivista “Formazione Ambiente” e del periodico “Nuova Società”. Ha pubblicato numeroso articoli riguardanti le questioni ambientali su riviste locali e nazionali e attualmente collabora con la rivista “Nuova Ecologia”. E’membro della redazione di “Dislivelli”. Sempre su questi temi ha partecipato a numerose trasmissioni televisive locali e nazionali.  Consigliere CNPI (Consiglio Nazionale Pubblica Istruzione) presso il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca da ottobre 2011 a dicembre 2013. Membro dell’Assemblea Nazionale dei Delegati (ex Direttivo Nazionale) di Legambiente dal 1995, è stata presidente di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta dal 1995 al 2011. Da febbraio 2012 è responsabile nazionale Alpi per Legambiente e dal 2011 membro del Consiglio Direttivo di CIPRA Italia.

Alessandro Bottacci

Alessandro Bottacci

Direttore del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna e Professore a incarico di “Nature conservation” presso l’Università di Camerino. Laureato in Scienze forestali a Firenze nel 1984. Dopo un periodo di ricerca svolto presso la Cattedra di Botanica Forestale dell’Università di Firenze, entra come Ufficiale nel Corpo forestale dello Stato. In questa Amministrazione ricopre vari incarichi, tra i quali Funzionario presso la Segreteria Generale dell’Autorità di Bacino dell’Arno, Funzionario addetto alla Riserva naturale statale, Capo Ufficio
delle Riserve naturali statali casentinesi, Dirigente dell’Ufficio centrale per la Biodiversità. Commendatore dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana e Accademico ordinario dell’Accademia Italiana di Scienze Forestali. Ha al suo attivo oltre 150 pubblicazioni scientifiche su vari argomenti di ricerca tra i quali: inquinamento atmosferico e deperimento del bosco, gestione naturalistica delle foreste, caratterizzazione delle foreste vetuste, ecologia forestale, conservazione e gestione del verde urbano, aree protette. Impegnato nel sociale ha fatto parte per oltre 30 anni dell’Associazione Guide e Scout Cattolici italiani ed è stato membro del Corpo nazionale di Soccorso Alpino.

brambilla

Anna Brambilla

Avvocata, membro dell’ASGI si occupa di diritti dell’immigrazione e dell’asilo con particolare attenzione al tema dei movimenti secondari, della tratta degli esseri umani e delle migrazioni ambientali. Per ASGI coordina le attività formative ed è coordinatrice delle attività dell’associazione per il Monitoraggio delle frontiere interne e dei Balcani (Medea).

brugnara

Rita Brugnara

Laureata in Scienze Agrarie presso l’Università di Bologna si è abilitata alla professione di agronomo nel 1985. Nel 1989 si è iscritta all’ordine dei giornalisti pubblicisti. Lavora, da sempre, nel mondo dell’editoria e della comunicazione. Editor, responsabile editoriale e vicepresidente di Giunti Progetti Educativi dal 1990 fino a giugno 2016. Ha ottenuto numerosi premi tra cui il premio di Legambiente per la guida per bambini al Parco delle Foreste Casentinesi. Oggi è cofondatrice del gruppo Goodland e socia fondatrice del progetto Casacomune.

Marco-Bussone

Marco Bussone

Giornalista professionista, ha studiato Scienze della Comunicazione all’Università di Torino. Dal 2018 è Presidente nazionale Uncem, l’Unione dei Comuni, delle Comunità e degli Enti montani, quasi 4000 in Italia. Dal 2015 è vicepresidente Uncem Piemonte e dal 2014 Consigliere Comunale a Vallo Torinese. Collabora con diverse testate e riviste come il settimanale della Diocesi di Torino “La Voce e il Tempo”, già “La Voce del Popolo” e Città Nuova, fino a qualche anno fa con Platinum del Sole 24 Ore e The World of Costa. Negli ultimi dieci anni ha partecipato a tavoli regionali relativi a innovazione e sistemi informativi per la PA, trasporti, sanità, socio-assistenza, organizzazione degli enti pubblici. Si è occupato di progetti territoriali ed europei, relativi alle energie rinnovabili come acqua e legno, al recupero dei borghi alpini abbandonati, alla promozione dei territori, ma anche di banda larga e superamento del divario digitale tra le aree rurali e le aree urbane.

ennio cadum

Ennio Cadum

Dirigente medico, epidemiologo, laureato e specializzato in Igiene ed Epidemiologia presso l’Università di Torino. Dal 1999 in poi si è occupato stabilmente di valutazione e analisi dei rischi ambientali per la salute. Dal 2000 al 2018 è stato direttore del Dipartimento di Epidemiologia Ambientale dell’ARPA Piemonte. Docente a contratto presso Università e Politecnico di Torino e docente occasionale in vari Master Universitari italiani. Membro del Comitato Tecnico Scientifico dell’Associazione Italiana Medici per l’Ambiente (ISDE Italia). Membro del Comitato Scientifico dell’Associazione Pro Natura Torino. E’ responsabile U.O.C. salute e ambiente e progetti innovativi ATS Pavia.

caimo duc

Rosalia Caimo Duc

Esperienza: Terre di Lomellina

Laureata in scienze agrarie all’università di Milano, imprenditrice dell’azienda agricola Terre di Lomellina, situata all’interno della Garzaia della Rinalda, nella Lomellina. L’azienda si estende per 80 ettari, in cui si pratica prevalentemente la coltivazione del riso, ma anche molte altre coltivazioni come grano, farro e orzo, girasole, soia, colza, fagiolo borlotto, grano saraceno e granturco, in un piano poliennale di rotazione delle colture. Rosalia Caimo Duc è la prima nella sua famiglia che ha deciso di dedicarsi alla coltivazione di prodotti da agricoltura biodinamica.

cancelliere

Giorgio Cancelliere

Geologo specializzato in gestione delle risorse idriche, in particolare nei paesi più poveri, dove servono tecnologie adatte al contesto sociale. E’ attivo nella cooperazione internazionale da più di trent’anni. Esperto di igiene ambientale e settore idrico, docente e coordinatore del Master in gestione delle risorse idriche nella cooperazione internazionale all’Università di Milano Bicocca.

capizzi2

Gaetano Capizzi

Fondatore e direttore del Festival CinemAmbiente in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema. È membro fondatore del Green Film Network, associazione che riunisce le più importanti rassegne cinematografiche internazionali a tema ambientale.
Negli anni il Festival è costantemente cresciuto, confermandosi come uno dei più importanti appuntamenti cinematografici ambientali del panorama internazionale.
Presenta annualmente circa 100 film, distribuiti nelle sezioni competitive internazionali e nazionali, e nelle sezioni Eventi specialiCinemAmbiente Junior, dedicata ai ragazzi. CinemAmbiente propone inoltre dibattiti, incontri con gli autori, mostre, presentazioni di libri, spettacoli teatrali, concerti ed eventi sul territorio.

cassardo

Claudio Cassardo

Laureato in Fisica a Torino nel 1987, è Professore Associato presso la Facoltà di Scienze dell’Università di Torino dal novembre 2000. È stato ricercatore presso l’Università del Piemonte Orientale dal 1993 al 2000. Insegna i seguenti corsi: Meteorologia, Fisica dell’Ambiente, Fisica del Clima, Earth Climate and Climate Change, ed è regolarmente invitato a tenere corsi presso la Ewha W. University di Seoul. È stato Previsore Meteorologo presso il Servizio Meteorologico Italiano. I suoi principali interessi di ricerca comprendono lo studio dei processi che avvengono all’interfaccia tra l’atmosfera e la superficie terrestre, con particolare riguardo ai parametri fisici nel suolo ed ai flussi turbolenti di calore, anche da un punto di vista climatologico. Responsabile Scientifico di diversi progetti di ricerca nazionali ed internazionali, ed anche di mostre ed altre attività a carattere divulgativo, ha pubblicato una ottantina di lavori scientifici su riviste scientifiche internazionali e libri.

caselli

Giancarlo Caselli

Magistrato in pensione dal dicembre 2013 – entrato in Magistratura nel dicembre 1967 – è stato giudice istruttore a Torino e si è occupato di inchieste sul terrorismo (Brigate rosse e Prima linea), dal 1986 al 1990 componente del Csm eletto nelle liste di Md. Nel 1992 dopo la morte di Falcone e Borsellino ha chiesto di essere trasferito a Palermo, dove ha diretto la Procura per quasi sette anni, contribuendo al conseguimento di importanti risultati contro la mafia. Successivamente è stato capo del Dap (Dipartimento amministrazione penitenziaria) e rappresentante italiano in Eurojust, struttura di coordinamento delle indagini transnazionali. Infine Procuratore generale di Torino e poi Procuratore della Repubblica, veste nella quale ha coordinato le indagini sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta in Piemonte e sulle violenze riferibili a frange estreme del movimento no Tav. Attualmente dirige in Coldiretti la segreteria scientifica dell’Osservatorio sulla criminalità nel settore agroalimentare. Sono autore di varie pubblicazioni sui temi della legalità e della giustizia.

caserini

Stefano Caserini

Docente di Mitigazione dei cambiamenti climatici al Politecnico di Milano, è autore di numerose pubblicazioni scientifiche e divulgative. L’ultimo libro pubblicato è “Il clima è (già) cambiato. 9 buone notizie sui cambiamenti climatici” (Edizioni Ambiente, 2019). È direttore responsabile e co-direttore scientifico della rivista Ingegneria dell’Ambiente, membro del direttivo della Società Italiana per le Scienze del Clima e coordinatore del Gruppo di lavoro “Cambiamenti climatici” della Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile. È co-autore e interprete di “A qualcuno piace caldo – Conferenza spettacolo sul clima che cambia“. Ha fondato e coordina il blog www.climalteranti.it, uno dei principali blog scientifici sul cambiamento climatico.

Altre informazioni su www.caserinik.it. È stato presente alla scuola Casacomune nel maggio 2019.

cason

Diego Cason

Sociologo, laureato all’Università di Trento, è docente di discipline giuridiche ed economiche all’Istituto scolastico Tommaso Catullo di Belluno. Si occupa di sociologia del turismo e della pianificazione territoriale. Presidente del Comitato per il Parco dell’Ardo, comitato istituito dal Comune di Belluno, la fondazione Angelini, l’ASCOM, la Comunità Montana Bellunese per lo studio e la realizzazione di un parco naturale urbano e rurale lungo il corso del torrente Ardo che attraversa la città di Belluno. Già vice presidente dell’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea (ISBREC) di Belluno, l’istituto svolge attività di ricerca storica e di analisi della società bellunese contemporanea. Già Consigliere comunale nel Comune di Belluno dal maggio 2001 al maggio 2006.Vice Presidente terza commissione consiliare: cultura e servizi sociali. Già Consigliere nel Consiglio d’amministrazione della Fondazione per l’università e l’alta cultura di Belluno. Socio fondatore del BARD Belluno Autonoma Dolomiti Regione movimento per la rinascita delle comunità delle dolomiti bellunesi.

michele cassol

Michele Cassol

Dottore forestale libero professionista, ha maturato, negli anni una notevole esperienza nel campo della pianificazione ecologica del territorio, essendo fra l’altro il redattore del primo Piano del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, del piano ambientale del Cansiglio, nonché di altri piani di parchi naturali regionali di interesse locale. Ha sviluppato in modo particolare una specifica competenza nel campo della Rete Natura 2000, avendo redatto numerosi piani di gestione di aree SIC/ZPS in Veneto, Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, toccando quindi con mano i temi dell’applicazione dei dettami della Direttiva Habitat. Ha  preso parte a progetti LIFE, INTERREG, ecc.. Accanto a queste esperienze di pianificazione, si occupa anche di Valutazioni di Incidenza, monitoraggi faunistici per conto di diversi Enti, progettazioni ambientali, didattica ambientale. Ha all’attivo alcune decine di pubblicazioni su riviste a carattere locale, regionale e nazionale, per lo più su temi faunistici, rispetto ai quali ha sviluppato negli anni una consolidata competenza.

castellari

Sergio Castellari

Climatologo, esperto di impatti, vulnerabilità, adattamento climatico e riduzione rischio disastri presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) a Bologna. Ora è un esperto nazionale distaccato presso l’Agenzia Europea per l’Ambiente dell’UE a Copenhagen (Danimarca). Ha anche lavorato come senior scientist al Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC) di Bologna. Ha coordinato e partecipato a progetti internazionali e nazionali. Ha coordinato il progetto nazionale del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare che ha elaborato la Strategia Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici per l’Italia. E’ stato il Focal Point Nazionale per l’Italia dell’IPCC e un esperto climatico e negoziatore in delegazioni italiane in sessioni multilaterali (IPCC, UNEP, UNFCCC e UNCCD). E’ stato docente del corso “Cambiamenti climatici e Politiche Internazionali” al Dottorato di Scienze e Gestione dei Cambiamenti Climatici dell’Università Ca’ Foscari Venezia. E’ stato co-curatore del libro “I cambiamenti climatici in Italia: evidenze, vulnerabilità, impatti” pubblicato nel 2010. E’ membro del Comitato Scientifico di Climalteranti Blog e della Comunità Scientifica del WWF Italia. E’ uno dei fondatori dell’associazione non profit Italian Climate Network

cat berro

Daniele Cat Berro

Redattore della rivista Nimbus della Società Meteorologica Italiana, e si occupa di ricerca, monitoraggio e divulgazione nel settore delle scienze dell’atmosfera, del clima e dei ghiacciai alpini, temi di cui scrive anche su “La Stampa”.

rodolfo cavaliere

Rodolfo Cavaliere

Tutor dell’apprendimento, formatore, consulente e learning coach, il suo lavoro è aiutare le persone e le aziende a essere felici mentre imparano cose nuove, ampliando in questo modo la loro intelligenza o il capitale umano a disposizione dell’impresa. Tiene numerose conferenze, sia in Italia che all’estero. Insieme a sua moglie Valeria Rosso ha fondato “Biella Cresce” e insieme a tutto il team dell’associazione aiuta i bambini a sviluppare il loro potenziale attraverso il gioco. Ha completato il corso in “Psicologia dell’apprendimento della matematica” di III livello. È un esperto formatore in apprendimento, intelligenza matematica e motoria.

cavazzoni

Lucio Cavazzoni

Laureato in Sociologia e Scienze Politiche di Bologna, inizia a fare l’apicoltore nel 1978. Cofondatore della Coop Apistica Valle dell’Idice e successivamente di Conapi, dal 1999 è prima amministratore delegato poi presidente di Alce Nero, impresa di agricoltori biologici, apicoltori, produttori fairtrade. Fra le imprese e cooperative alla cui nascita ha contribuito vi sono Libera Terra Mediterraneo, Coop Sin Fronteras, Mediterre.bio. Lascia Alce Nero nel maggio 2018. Oggi è cofondatore del gruppo Goodland.

Cofondatore di Casacomune.

ciafani

Stefano Ciafani

Ingegnere ambientale, è presidente nazionale di Legambiente da marzo 2018. Ha iniziato la sua storia in Legambiente nel 1998 grazie al servizio civile, dal 2006 al 2011 ne è stato il responsabile scientifico e da dicembre 2015 a marzo 2018 il direttore generale. È componente del comitato scientifico di Ecomondo, la fiera di Rimini sul recupero di materia ed energia e sullo sviluppo sostenibile. È autore di Bioeconomia (Edizioni Ambiente, 2015), Ecogiustizia è fatta (Biblioteca del Cigno, 2015), Rifiuti made in Italy (Edizioni Ambiente, 2009), Uscire dal petrolio (Edizioni Le Balze, 2004), Rapporto Ecomafia (Edizioni Ambiente, Simone Editore, Marotta & Cafiero Editori, dal 2003 al 2017).

ciaravella

Adriana Ciaravella

Laureata in Giurisprudenza, Dirigente Scolastica dell’I.I.S Paolo Boselli di Torino e insegnante. Esperta formatrice per docenti dal 2016 per il Ministero Istruzione nell’ambito del Piano Nazionale Formazione Docenti in “Didattica per competenze, Innovazione metodologica e competenze di base, Inclusione, Bullismo, Valutazione”. Formatrice USR Piemonte Neo DSGA. Attiva nella sperimentazione didattica del Service Learning Indire. Presidente della Rete Regionale Piemonte Istituti Professionali Socio-sanitari. Relatrice in numerosi seminari e corsi di formazione tra i quali Summer School Indire – workshop per dirigenti scolastici “Filosofia per Parole” – Paths. Coordinatrice di progetti educazione civica con sperimentazione interdisciplinare IIS Paolo Boselli. Esperta formatrice PON Potenziamento della Cittadinanza europea-Costruttori di cittadinanza.

Luigi_Ciotti-2

Luigi Ciotti

Nasce a Pieve di Cadore, Belluno, ventenne fonda a Torino un gruppo di impegno giovanile, il Gruppo Abele impegnato per giovani in difficoltà a causa delle dipendenze, carcerati, poveri, migranti, vittime di tratta. Nel 1972 termina gli studi al seminario di Rivoli, viene ordinato sacerdote. Qui inaugura il Centro Droga, esperienza allora unica in Italia, e nel 1982 contribuisce alla nascita del Coordinamento nazionale delle Comunità di Accoglienza che presiede per dieci anni. Quattro anni dopo partecipa alla fondazione della Lega Italiana per la Lotta all’Aids assumendone la guida. Nel 1995 fonda il coordinamento di Libera e raccoglie oltre un milione di firme per l’approvazione della legge sull’uso sociale dei beni confiscati: è la prima delle tante campagne che hanno reso l’associazione punto di riferimento nella lotta alla mafia.

Fondatore e presidente di Casacomune.

Civati Giuseppe

Giuseppe Civati

E’ un politico, saggista e blogger italiano, fondatore e primo segretario di Possibile, deputato dal 2013 al 2018. Laureato in Filosofia e nel 2004 ha conseguito il dottorato di ricerca, sempre in Filosofia, presso l’Università Statale di Milano[2]. Ha collaborato con la cattedra di Storia della filosofia dell’Università Statale di Milano, con l’Istituto di Studi sul Rinascimento e con l’Universitat de Barcelona. Si è occupato prevalentemente di filosofia rinascimentale e della comprensione filosofica della globalizzazione e dell’identità dell’Occidente.

paola colombo

Paola Colombo

Esperienza: Cooperativa agricola di comunità La Volpe e il Mirtillo

Laureata in scienze forestali e ambientali è presidente della cooperativa agricola di comunità La Volpe e il Mirtillo. Insegna ecologia nella scuola superiore forestale di Ormea (CN). Ha lavorato per diversi anni nella gestione delle risorse naturali in contesti internazionali

giulia cordone

Giulia Cordone

Esperienza: “Prossimità”, esperienze di Service learning

Nata a Palermo, laureata in fisica, attualmente è docente di matematica e fisica nel Liceo “Regina Margherita”, insegna nelle scuole secondarie di secondo dal 1995. Dal 1989 al 1995 è stata operatrice volontaria del Centro Sociale laboratorio San Francesco Saverio all’Albergheria di Palermo, dove ha realizzato un di educazione all’immagine rivolto a bambini/e della scuole elementare, insieme a un gruppo di volontarie e volontari del Centro. Dal 2000 al 2011 si trasferisce a Napoli, dove insegna all’ITIS “A. Volta” e al Liceo “Elsa Morante”, coordina un gruppo di ricerca per la sperimentazione di pratiche educative sulla complessità della conoscenza tra scienze umane e scienze sperimentali in collaborazione con ricercatori del gruppo di didattica della fisica dell’Università Federico II. Nell’ambito della sua attività di docenza ha ricoperto il ruolo di coordinatrice del dipartimento di area scientifica, di funzione strumentale per la ricerca metodologica, di funzione strumentale per la formazione docente, di funzione strumentale per la realizzazione del ptof (piano triennale dell’offerta formativa), di referente per le attività scientifiche, di referente per il service learning. E’ componente dello staff del Dirigente del Liceo Regina Margherita di Palermo con l’incarico di referente per i progetti, con particolare riferimento alla progettazione europea. Collabora con l’agenzia INDIRE per il settennio 2019/2025 come valutatrice dei progetti all’interno del programma ERASMUS PLUS. E’ socia dell’Associazione PALERMOSCIENZA e, dal 2015 al 2018, ha fatto parte del Consiglio Direttivo.

correggia

Franco Correggia

Consulente scientifico, naturalista, specialista della flora collinare piemontese, è autore di un centinaio di contributi (studi, saggi, libri, monografie, articoli) di argomento biologico, ecologico e naturalistico. È presidente dell’Associazione Terra, Boschi, Gente e Memorie, componente del Comitato Scientifico del WWF Piemonte, referente dell’agenzia internazionale Ager, componente del Gruppo Botanico Astense, membro del direttivo dell’Osservatorio del Paesaggio per il Monferrato e l’Astigiano, curatore della collana editoriale I Quaderni di Muscandia.

da pra pocchiesa

Mirta Da Pra Pocchiesa

Giornalista professionista e responsabile per molti anni del Progetto vittime del Gruppo Abele. Ha rappresentato l’Italia al Consiglio d’Europa sul tema della tratta degli esseri umani e ha fatto parte di gruppi di coordinamento nazionali. Sugli stessi temi ha scritto diversi testi, tra cui Prostituzione. Un mondo che attraversa il mondo (Cittadella, 2011), curato la raccolta Cara senatrice Merlin. Lettere dalle case chiuse (Edizioni Gruppo Abele 2018). Rispetto ai temi ambientali ha scritto e collabora tuttora con i quotidiani e periodici. Da ricordare il ruolo di responsabile per molti anni della rubrica ambiente di ALP e la collaborazione con CIPRA per il Rapporto sullo stato delle Alpi rispetto a Montagne e cultura. E’ coordinatrice, con Gianni Monico, del Gruppo Promotore del Cadore. Ha curato, con Valter Giuliano, il libro intervista a Luigi Ciotti Salire per scendere (Vivalda Editore). E’ coordinatrice e socia fondatrice, di Casacomune.

dansero

Egidio Dansero

Docente di Geografia economico-politica presso il Dipartimento Culture Politica Società dell’Università degli Studi di Torino. Studia i temi legati allo sviluppo locale sostenibile. Ha una conoscenza approfondita del sistema alimentare locale. Nell’ambito del progetto “Food Commission” del Piano Strategico è ideatore e uno dei promotori dell’Atlante del Cibo. Ha promosso e coordinato l’azione trasversale “cibo-città” nell’ambito di “Torino Smile”, ed è membro del processo “Nutrire Torino Metropolitana”, ideato e coordinato congiuntamente da Città Metropolitana e Università di Torino.

dardo

Fabrizio Dardo

Psicologo che si occupa di sistemi e processi di apprendimento degli adulti nel gruppo FCA. Ama la montagna e vive a Torino con sua moglie Monica e la loro figlia Chiara.

de marzo

Giuseppe De Marzo

Attivista, economista, giornalista e scrittore, lavora da anni nelle reti sociali, nei movimenti italiani e in America Latina a fianco delle popolazioni e organizzazioni indigene, sindacali e rurali. Tra i fondatori dell’Associazione A Sud, oggi è responsabile delle politiche sociali di Libera. È impegnato sui temi della globalizzazione finanziaria dell’economia, dei beni comuni e della democrazia partecipativa in numerosi forum internazionali. Dal 2007 è co-fondatore e coordina le attività di ricerca, formazione e elaborazione testi del CDCA (Centro Documentazione di Conflitti Ambientali). Scrive per diverse testate giornalistiche tra cui “il Manifesto”, “Latinoamerica”, “Loop”, “Carta”, “L’Espresso”. Coordinatore della “Rete dei Numeri Pari”.

De Paola_page-0001

Claudio De Paola

Direttore del Parco Lombardo della Valle del Ticino, tecnico agrario esperto del comparto agroambientale e di Politica Agricola Comunitaria, laureato in Scienze Politiche. Dal 1987 al 2014 tato Responsabile del Settore Agricoltura del Parco, ricoprendo anche il ruolo di responsabile di diversi altri Settori. Significative anche le pluriennali attivisti collaborazione con diverse Direzioni Generali della Commissione Europea, ad esempio quale direttore di centri di informazione e coordinatore di rete a livello nazionale, nonché attraverso attivisti formazione/divulgazione, studio e ricerca. Ha lavorato in Regione Lombardia, ricoprendo diversi ruoli con incarichi di posizione organizzativa, sia presso la Direzione Generale Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi (PSR, agricoltura di montagna, innovazione), sia presso la Direzione Ambiente della Giunta Regionale Lombarda (Cooperazione Territoriale Europea, Presidenza Programma Spazio Alpino).

Cristina Del Corso

Cristina Del Corso

E’ responsabile del Servizio Turismo-Educazione Ambientale del Parco Nazionale Gran Paradiso.
Dal 2000 al 2008 ha ricoperto il ruolo di responsabile dell’ufficio educazione ambientale nella Direzione del Parco Nazionale Gran Paradiso, all’interno del quale organizzava e coordinava progetti di educazione e sensibilizzazione ai temi della protezione della natura e della sostenibilità, oltre ad attività di formazione sulla comunicazione relazionale e d’impresa e sul marketing turistico.

Piero Del Vecchio

Piero Del Vecchio

E’ stato insegnante presso Ministero Istruzione, Universita’ e Ricerca. Ora si occupa di storia ed editoria locale, scrive e fa ricerche. E’ attivo nel volontariato culturale e collabora attivamente con l’Università della Terza Età di Sant’Antonino di Susa. Continua la sua attività di giornalista pubblicista per i giornali locali.

Luciana-Delle-Donne-532x800

Luciana Delle Donne

Dopo 20 anni di carriera nel mondo della finanza, nel 2006 decide di dedicarsi a un impegno diverso:
rendere le differenze tra le persone un valore aggiunto e trasmettere un sentimento di fiducia e di
entusiasmo in coloro che vivono una situazione di disagio o di svantaggio sociale. Proprio per questa
ragione ha dato vita a Officina Creativa allo scopo di diffondere modelli culturali che producano
nuove forze per il cambiamento. Il primo progetto cui dà vita è “Made in Carcere”.

delmastro

Emilio Delmastro

Esperienza: Il Bosco Ugo Campagna

Diplomato perito industriale grafico è stato direttore tecnico della Casa editrice Paravia sino al pensionamento. Componente di Pro Natura Torino in cui svolge attività di volontariato dal 1970; ha ricoperto per anni la carica di presidente e attualmente coordina la segreteria. E’ stato vicepresidente e consigliere della Federazione nazionale Pro Natura, di cui continua a svolgere il ruolo di coordinamento per le varie attività gestite dalla segreteria. Consigliere del Parco nazionale del Gran Paradiso per 7 anni, componente del Consiglio e poi della Giunta del Parco regionale piemontese Orsiera Rocciavrè (oggi incorporato nel Parco Alpi Cozie) per 20 anni. Presidente di Circoscrizione a Torino per 7 anni (1978-1985) poi consigliere sino al 1993. Vicesindaco del Comune di Coazze dal 1995 al 2004 e componente del Consiglio della Comunità montana Val Sangone nello stesso periodo. Componente del primo Comitato di gestione del Fondo regionale del Volontariato.

delm

Andrea Delmonego

Esperienza: il percorso di educazione alla sostenibilità ambientale dell’ITET Fontana di Rovereto

Docente presso istituto d’istruzione di secondo grado a Rovereto (Trento), è referente da anni delle
attività di educazione ambientale e di risparmio energetico della scuola. Ha coordanato negli anni diversi percorsi di educazione alla sostenibilità ambientale traducendoli in azioni concrete e buona pratiche quotidiane efficaci e divertenti, (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale del Governo).

dinelli2

Giovanni Dinelli

Professore ordinario presso il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-alimentari dell’Università di Bologna, si occupa di produzioni biologiche e a basso impatto, delle migliori soluzioni tecniche per l’ottenimento di prodotti ad alto valore nutrizionale e salutistico. Ha pubblicato oltre 100 articoli su riviste internazionali, è il coordinatore del corso di laurea magistrale in Scienze e Tecnologie Agrarie (Università di Bologna). E’ il coordinatore del master in Produzioni Biologica (Università di Bologna).

MONICA DI SISTO

Monica Di Sisto

Giornalista, esperta di commercio internazionale, da oltre 20 anni fa advocacy istituzionale sui temi della giustizia economica e ambientale, contribuendo con progetti di analisi e implementazione al sostegno delle esperienze e le reti di commercio equo e di economia sociale e solidale. Ha insegnato Modelli di sviluppo economico alla Pontificia Università Gregoriana e Comunicazione e Advocacy del Terzo settore al Master di comunicazione istituzionale dell’Università Luiss Guido Carli di Roma. E’ la vicepresidente dell’Osservatorio italiano su Commercio e Clima, Fairwatch. Rappresenta l’Associazione delle ong italiane (Aoi) nel Consiglio nazionale per la cooperazione allo sviluppo del Maeci, nel Forum per lo Sviluppo Sostenibile del Mattm e nel gruppo di coordinamento del C20 per il G20 2021 in Italia

Eleonora EVI in the EP in Brussels

Eleonora Evi

E’ una politica italiana, dal 2014 europarlamentare e dal 2021 é Co-Portavoce nazionale di Europa Verde insieme ad Angelo Bonelli. È membro titolare della commissione Ambiente, Sanità pubblica e Sicurezza alimentare e della commissione per le Petizioni e membro sostituto della commissione Industria, Energia e Ricerca. Inoltre, è membro della commissione di inchiesta sul trasporto di animali vivi, Vice-presidente dell’Intergruppo sul Benessere Animale al Parlamento europeo e Co-Presidente del gruppo di lavoro per un allevamento senza gabbie. Tra le sue attività parlamentari si ricorda anche la promozione dell’iniziativa dei cittadini europei “End the Cage Age” per dire basta agli allevamenti in gabbia e il suo attivo impegno per una Politica Agricola Comune che protegga agricoltori, biodiversità e ambiente.

IMG_4635

Michele Fasano

Esperienza. Valverbe: un’esperienza trentennale di valorizzazione delle “risorse povere” della
montagna nel rispetto delle fragilità ambientali e sociali.

E’ stato un operaio nel settore materie plastiche, delegato sindacale e membro direttivo del consiglio di fabbrica della STARS (stampaggio resine speciali) e operatore sindacale CGIL Torino, settore materie plastiche. Ha fondato Valverbe soc.agr.coop di cui è presidente, un’azienda che in Val Varaita, dal 1985, è dedita alla coltivazione, essicazione e trasformazione di piante officinali da agricoltura biologica. Valverbe rappresenta un felice connubio tra l’antica tradizione erboristica e la ricerca avanzata di nuove tecnologie di produzione.

NadiaFaure_APAC_profile_photo_2020

Nadia Faure

E’ laureata in matematica e in comunicazione pubblica e politica. Dopo aver lavorato nel settore privato, dal 2001 lavoro presso l’ente di gestione del Parco naturale del Gran Bosco di Salbertrand e con l’accorpamento del Parco nel più ampio sistema delle Aree protette delle Alpi Cozie (da gennaio 2012), ha assunto il coordinamento dell’area comunicazione, fruizione ed educazione.

filoramo

Giovanni Filoramo

Professore di Storia del cristianesimo all’Università di Torino. Si è occupato di storia del cristianesimo antico, concentrando le sue ricerche sulle connotazioni apocalittiche dei movimenti gnostici e sulle forme del carisma profetico. Ai suoi lavori di ricerca storico-critica ha affiancato un’articolata riflessione sulla storia e i metodi della storia delle religioni come disciplina, promuovendo e dirigendo numerose opere collettanee e dizionari. Ha esaminato inoltre i fenomeni della religiosità contemporanea, del rapporto tra cristianesimo e modernità e tra Chiesa e politica.

don-francesco-fiorillo

Don Francesco Fiorillo

Responsabile della Fraternità Monastero San Magno in Fondi e referente del presidio “don Cesare Boschin” Sud Pontino di Libera.

sindaco Fissore

Mauro Fissore

Sindaco di Morozzo, guardiaparco, fondatore dell’Oasi La Madonnina.

foto Fontana2

Enrico Fontana

Giornalista, è stato direttore del mensile “La Nuova ecologia”, fa parte della segreteria nazionale di Legambiente ed è responsabile dell’Osservatorio nazionale Ambiente e legalità. È consigliere d’amministrazione del Consorzio Libera Terra Mediterraneo (composto dalle cooperative promosse da Libera per l’uso sociale delle terre confiscate alle mafie) e componente dell’Osservatorio nazionale sull’agricoltura sociale. Ha coniato nel 1994 il termine “ecomafia” e cura la redazione del Rapporto annuale pubblicato da Legambiente. Dal 2000 al 2005 è stato vicepresidente nazionale di Libera, di cui è stato anche coordinatore nazionale. Tra le sue pubblicazioni: “Ecomafia. I predoni dell’ambiente” (Editori Riuniti, 1995) e “Dark economy, la mafia dei veleni” (Einaudi, 2012), scritti entrambi con Antonio Cianciullo.

francescato-ambiente2

Grazia Carla Francescato

Politica e attivista italiana. Già presidente del Wwf-italia, presidente e parlamentare dei Verdi e portavoce dei Verdi europei. È stata deputata per i Verdi dal 2006 al 2008. È giornalista professionista dal 14 dicembre 1977. Ha collaborato alle più importanti riviste del settore, quali Airone, Natura oggi, Oasis. È stata corrispondente all’estero per l’Ansa, conduttrice del programma Geo su RAI Tre e inviata speciale in Africa e in America latina per la trasmissione Il viaggiatore, sulla stessa rete. Da sempre sostenitrice di un’idea di sinistra che integri valori sociali con valori ecologici e ambientali, nel 2009  è membro del Coordinamento nazionale di SEL. Appassionata di letteratura, cinema e teatro, parla e scrive correntemente inglese, francese e spagnolo.

Collabora da anni con le fedi e con i movimenti spirituali sul dialogo interreligioso per la tutela della Natura e per la lotta al cambiamento climatico. Autrice di numerosi saggi sulle questioni ambientali e di testi sulla relazione tra Natura e Spiritualità.

silvana galassi

Silvana Galassi

Gia-cattedratica di Ecologia all’Università degli Studi di Milano, è un’attivista dei movimenti per l’acqua pubblica e impegnata in attività di volontariato in Italia e in Africa. Fa parte del comitato scientifico del WWF ed è membro onorario della Società italiana di ecologia. E’ autrice di 160 lavori scientifici pubblicati su riviste internazionali, di testi universitari di Ecologia applicata e di Ecologia delle acque interne e dei saggi di divulgazione scientifica: Microinquinanti Organici (Hoepli, 1991), Astronave Terra (Aracne, 2006), Il Tuffatore (Aracne, 2008), Un giorno da leone o sette da giraffa (Erickson, Live, 2012, e-book). Con Carlo Modonesi ha scritto Ecologia dell’Antropocene (Aracne, 2017).  Recentemente ha pubblicato una guida dei lidi della Laguna di Venezia: Andar in Laguna tra terra e acqua (Il Leggio, 2018).

Salvatore Gerai

Salvatore Geraci

Laureato in Medicina e Chirurgia, dal 1991 è responsabile dell’Area sanitaria della Caritas di Roma; past president (2000-2009) della Società Italiana di Medicina delle Migrazioni (SIMM) attualmente fa parte del Coordinamento Nazionale dei Gruppi locali “Immigrazione e salute” (GrIS) ed è referente per quello del Lazio; referente dell’ambito salute per il Coordinamento Nazionale Immigrazione della Caritas Italiana, è membro di vari “tavoli” istituzionali sui temi di
salute, disuguaglianze e immigrazione, e collabora con diverse Università.

giorda2


Mariachiara Giorda

Professoressa di Storia delle Religioni presso l’Università Roma Tre, si occupa di diversità religiosa nella società contemporanea, studiando le pratiche di convivenza e sostenibilità, ad es. menù religiosamente inclusivi per le mense scolastiche, la costituzione di luoghi multi-religiosi. Per Casacomune si occupa di indagare e descrivere il rapporto tra le diverse tradizioni religiose e le teorie e pratiche ecologiche. Componente del Centro studi della Fondazione Benvenuti in Italia e cofondatrice di Casacomune.

giordano

Alex Giordano

Fonda nel 2000 il collettivo NinjaMarketing primo blog/osservatorio sul marketing non-convenzionale ed i social media e Chief Digital Strategist di Ninjalab. Membro dello IADAS (Accademia di Arti e Scienze Digitali di New York), co-autore di diversi libri sull’innovazione tra cui “Marketing Non Convenzionale” e “Societing Reloaded”, è docente di Societing, Società delle Reti e Social Innovation all’università Federico II di Napoli e Università IULM di Milano. Direttore del Centro Studi Etnografia Digitale e direttore scientifico del progetto di ricerca RURALHUB. E’ considerato tra i massimi esperti di social innovation.

giordano

Guido Giordano

Esperienza: Istituto buddista Soka Gakkai

Professore di Vulcanologia presso il Dipartimento di Scienze dell’Università degli Studi Roma Tre, docente dei corsi istituzionali di Vulcanologia e di Geotermia, Presidente dell’Associazione Italiana di Vulcanologia. E’ membro delle Relazioni con l’esterno dell’Istituto buddista italiano Soka Gakkai

mario giro

Mario Giro

E’ professore straordinario di Storia delle Relazioni Internazionali all’Università Stranieri di Perugia.  E’ stato vice ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione e sottosegretario agli Affari Esteri dal maggio 2013 al giugno 2018. Dal novembre 2011 all’aprile 2013 è stato consigliere del professore Andrea Riccardi, Ministro della Cooperazione e dell’Integrazione e capo della struttura di missione della cooperazione a Palazzo Chigi. Come volontario della Comunità di Sant’Egidio dal 1975, è stato coinvolto in programmi concernenti l’Africa, in particolare nelle mediazioni di pace e il dialogo interreligioso. E’ un noto esperto in mediazioni di conflitti armati a livello globale e si è occupato anche della liberazione di alcuni rapiti. Nel 2010 ha ricevuto il premio “Pace Preventiva” della Fondazione Chirac. E’ autore di diversi saggi e collaboratore di diverse riviste, ha recentemente pubblicato Global Africa. La nuova realtà delle migrazioni: il volto di un continente in movimento.

Giuliano Valter

Valter Giuliano

Giornalista professionista, già direttore di ALP, è stato tra l’altro Presidente della Federazione Nazionale Pro Natura, Consigliere degli Amici della Terra, Consigliere della Federparchi (di cui ha diretto il periodico “Parchi”), componente del Comitato Scientifico Nazionale sull’Ambiente, Vicepresidente vicario della Consulta Stato-Regioni dell’Arco Alpino, Consigliere del Parco Regionale di Salbertrand, Presidente della Comunità del Parco Regionale Laghi di Avigliana, Presidente del Parco Regionale del Po-Collina Torinese. E’ stato eletto Consigliere Regionale del Piemonte, Consigliere comunale di Torino e ha ricoperto l’incarico di Assessore alla Cultura ai Parchi e alla Montagna della Provincia di Torino dal 1995 al 2004. Collaboratore del quotidiano La Stampa è membro dell’Accademia di Agricoltura di Torino, Consigliere della Cipra e del Gruppo di San Rosore.

I piano Lorenzo Grasso

Lorenzo Grasso

Esperienza: Scuola teorica pratica Arnaldi- Marva

Laureato in Agricoltura Biologica all’Università di Torino, dal 2007 lavora per la Scuola Malva-Arnaldi di Bibiana, occupandosi di progetti di ricerca e sperimentazione in campo agricolo, agroalimentare ed ambientale, recupero, studio e valorizzazione della biodiversità agraria piemontese, sviluppo dell’agricoltura in ambienti svantaggiati e delle filiere locali, oltre che di formazione, comunicazione e divulgazione.

Responsabile comunicazione e divulgazione della Scuola Teorico-pratica Arnaldi- Malva.

greco

Silvestro Greco

Biologo marino, dirigente di ricerca dell’Istituto Nazionale di Biologia, Ecologia e Biotecnologie Marine Anton Dohrn, e prima dell’ISPRA, docente di Sostenibilità ambientale all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, membro della CNSA (Commissione Scientifica Nazionale per l’Antartide), membro della COI (Commissione Oceanografica Italiana), Presidente del Consiglio Scientifico di Slow Fish e del Consiglio Scientifico Ambiente e Mare di Coldiretti. Ha effettuato campagne di pesca scientifica in quasi tutti i mari del mondo partecipando a sei campagne di ricerca in Antartide. Autore di oltre 200 pubblicazioni scientifiche nazionali e internazionali, di due libri, Guarda che mare, con Cinzia Scaffidi (2007); Pesce, illustrato da Sergio Staino, (2015) editi entrambi da Slow Food Editore.

grosso

Leopoldo Grosso

Psicologo e psicoterapeuta, è presidente onorario del Gruppo Abele. Per molti anni è stato coordinatore del settore Accoglienza del Gruppo Abele e formatore dell’Università della strada. Docente per la prevenzione e il trattamento delle dipendenze presso l’Istituto Universitario Salesiano di Torino. È autore di numerose pubblicazioni in tema di dipendenze, consumi e problematiche giovanili. Tra le più recenti Questione cannabis. Le ragioni della legalizzazione, 2018, Atlante delle dipendenze, 2014 (con Francesca Rascazzo) e La comunità terapeutica per persone tossicodipendenti, 2011 (con M. Coletti). È membro fondatore di Casacomune.

malu

Maria Luisa Gutierrez Ruiz

Educatrice, lavora in una cooperativa sociale. Segue progetti migratori, in particolare di minori stranieri non accompagnati. Ha collaborato con l’Università di Genova.

Hassemer

Bruno Hassemer

Esperienza: Biologico, Insieme, Organizzato (B.I.O.)

Imprenditore, conduce un punto vendita ed un bistrot entrambi biologici al 100% con il nome di Biopolis da vent’anni a Roma. Militante di Green Italia in quanto sensibile alle tematiche ambienta-liste e condivide la lotta dei braccianti contro il caporalato attraverso la vendita dei prodotti (No Cap), in particolare derivati del pomodoro.

IMG_20190916_142633

Bruno Iannaccone

Studioso di antropologia culturale ed etnologia all’Università degli studi di Torino, ha conseguito la laurea triennale in Antropologia, religioni e civiltà orientali all’Università di Bologna Alma Mater Studiorum  e successivamente il Master in Religioni e Mediazione culturale presso l’Università di Roma La Sapienza. I suoi interessi di ricerca si concentrano sui luoghi di culto e lo spazio urbano, il pluralismo religioso e la diversità religiosa, i modelli e le pratiche di interazione tra le comunità religiose e le istituzioni pubbliche, i nuovi soggetti e realtà religiose in Europa.

È ricercatore della Fondazione Benvenuti in Italia.

teresa isenburg

Teresa Isenburg

Esperienza: Gallo Verde

Geografa, professoressa presso l’Università degli Studi di Milano. Fa parte del gruppo Gallo Verde della chiesa valdese di Milano, un gruppo che adotta un sistema di gestione ambientale elaborato secondo la certificazione europea EMAS (Eco Management and Audit Scheme), adattato alle specifiche situazioni e possibilità di una chiesa. Nel 2012 e 2016 il gallo Verde ha ottenuto l’omonima certificazione ambientale tedesca (Grüner Gockel), ed è da tempo impegnato nella promozione e nell’adozione di comportamenti più virtuosi ed ecologicamente meno impattanti. Ha scritto “L’Amazzonia  e la foresta”(Jaca Book 2012).

Filippo Ivardi

Padre Filippo Ivardi

Missionario comboniano, direttore di Nigrizia dal novembre 2019 a luglio 2021. Laureato in ingegneria gestionale al Politecnico di Milano. Ha lavorato con la Fondazione Choros in progetti di microcredito nei Balcani e in Centroamerica dal 1999 al 2001. Laureato i Teologia nel 2009 è stato ordinato sacerdote nel 2011 e ha svolto il suo servizio missionario in Bolivia e Perù dal 2005 al 2007 e dal 2009 al 2019 in Ciad impegnato nell’accompagnare le piccole comunità cristiane e nel dialogo con l’Islam.

Nadia Lambiase bn

Nadia Lambiase

Esperienza: Economia circolare a portata di click

Design consultant e project manager specializzata in economia circolare, economia civile e finanza etica con competenze in ambito economicofinanziario e artistico culturale. E’ Co-fondatrice, Presidente e Amministratrice delegata di “Mercato Circolare”, una start up innovativa a vocazione sociale società benefit la cui missione è creare connessioni tra imprese che operano secondo i principi dell’economia circolare, cittadini e istituzioni. Coautrice di testi teatrali su economia, finanza ed economia circolare per il collettivo Pop Economix.

lasen

Cesare Lasen

Studioso degli aspetti naturalistici dei territori, in particolare delle montagne dell’area dolomitica e prealpina. Autore di varie pubblicazioni scientifiche e divulgative, relatore in convegni e conferenze, membro di comitati di redazione e commissioni di valutazione. Ha svolto vari incarichi istituzionali tra i quali la presidenza del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi ed è attualmente componente del comitato Scientifico della Fondazione Dolomiti-Unesco. Si occupa di temi legati alla conservazione della Natura e dell’ecologia applicata e, in ambito ecclesiale, della custodia del Creato. È membro fondatore di Casacomune.

Maura Latini

Maura Latini

Esperienza: Scegliere cibo “giusto” legato al territorio 

Vanta una lunga esperienza in cooperativa, dove ha iniziato partendo dai punti vendita ed arrivando a ricoprire l’incarico di Direttore Commerciale e Direttore Vendite. Da Dicembre 2010 Vicepresidente e da Giugno 2013 Direttore Generale alla Gestione di Coop Italia, con relative deleghe. Da Giugno 2014 a Giugno 2017 è stata Presidente di CPR System. Nel Gennaio 2015 entra a far parte del Consiglio di Amministrazione di Coopernic, Centrale cooperativa Europea, dal 2017 al 2019 ha ricoperto il ruolo di Vice Presidente. Nel Giugno 2019 è stata nominata Amministratore Delegato di Coop Italia.

fotostef

Stefano Liberti

Giornalista e film-maker, pubblica da anni reportage di politica internazionale su testate italiane, Geo, L’Espresso, Ventiquattro, Internazionale e straniere El País semanalLe Monde diplomatique. Come regista, ha lavorato per Rai 3 e diretto diversi documentari, tra cui nel 2012 insieme ad Andrea Segre “Mare chiuso” e nel 2018 con Enrico Parenti il pluripremiato Soyalism. Nel 2009 ha vinto il Premio Indro Montanelli con il libro A sud di Lampedusa. Nel 2011 Land Grabbing è stato tradotto in dieci Paesi. Nel 2016 ha pubblicato I signori del cibo. Viaggio nell’industria alimentare che sta distruggendo il pianeta e nel 2019 è uscito Il grande carrello, un’inchiesta sulla filiera agro-alimentare scritta con Fabio Ciconte.

lorenzoni

Franco Lorenzoni

Insegnante, ha fondato e coordina dal 1980 la Casa-laboratorio di Cenci, un centro di sperimentazione educativa che ricerca intorno a temi ecologici, scientifici, interculturali e di inclusione. Per questa attività ha ricevuto nel 2011, insieme a Roberta Passoni, il Premio Lo Straniero. Attivo nel Movimento di Cooperazione Educativa, ha pubblicato Con il cielo negli occhi (Marcon 1991, La Meridiana 2007), L’ospite bambino (Theoria 1994, Nuova Era 2001) e, con Sellerio, I bambini pensano grande. Cronaca di una avventura pedagogica (2014) e I bambini ci guardano. Una esperienza educativa controvento (2019). Per i ragazzi Orfeo. La ninfa Siringa e le percussioni pazze dei Coribanti (Rrose Sélavy 2017) e Quando gli animali andavano a piedi (Orecchio Acerbo 2018). Collabora alle riviste Internazionale, Cooperazione Educativa, Gli Asini, La Vita Scolastica e Comune-info.

Patrizia-Lotti

Patrizia Lotti

Ricercatrice INDIRE, Ente nazionale di ricerca, formazione e documentazione educativa, vigilato dal MIUR. Dal 2002, ha seguito progetti sull’integrazione degli alunni con disabilità, sull’accessibilità e sulle azioni di sistema inerenti all’innalzamento dell’obbligo di istruzione e il contrasto alla dispersione scolastica. Segue in particolare le azioni di sistema condividendo la responsabilità scientifica del sistema GPU del “PON per la scuola 2014-2020” e le idee “Dentro/fuori la scuola – Service learning” e “Outdoor education” del movimento “Avanguardie educative”.

daniel-lumera_18661

Daniel Lumera

Docente, scrittore e formatore internazionale. Si è specializzato in sociologia della comunicazione e
dei processi culturali, occupandosi principalmente di gestione dei conflitti e dello stress presso
l’Università di Siena.

cassiano luminati

Cassiano Luminati

Esperienza: Alp-food way

Direttore del Polo Poschiavo, centro di competenza per la formazione continua e l’accompagnamento di progetti di sviluppo, fondato nel 2002 quale istituzione di diritto pubblico in Svizzera. Il Polo è capofila del progetto Alp-food Way, un modello di sviluppo sostenibile per le aree montane periferiche basato sulla conservazione e valorizzazione del patrimonio alimentare culturale dello Spazio Alpino e sull’adozione di strumenti innovativi di marketing e governance. Promuove inoltre l’emergere di un’identità alpina transnazionale basata sui valori culturali comuni espressi nel patrimonio alimentare. I risultati del progetto includono una mappatura del patrimonio alimentare tradizionale, creazione di un inventario online, corsi e unità educative e una piattaforma di scambio culturale basata su eventi e tour turistici.

manfredi

Silvia Maria Manfredi

Pedagogista e Sociologa , Docente universitaria (in pensione) della Faculdade de Educação da Universidade Estadual de Campinas (Unicamp), São Paulo, Brasil (1978 – 1995). Sviluppò un percorso professionale nel campo della formazione e della ricerca in università, enti pubblici e privati. Consulente presso ILO – Ministero del Lavoro e dell’Occupazione, Brasile (2003-2007). Dal 2006 presidente dell’Istituto Paulo Freire – Italia. Nel suo percorso professionale di educatrice e ricercatrice, è sempre stata legata alla formazione dei giovani e dei lavoratori adulti. Negli anni ’60 ha avuto l’opportunità di entrare in contatto con l’opera del grande pedagogista brasiliano Paulo Freire, con il quale è stato collega alla Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Statale di Campinas 20 anni dopo. Nel campo della ricerca si è dedicata alla storia dell’educazione dei lavoratori nei sindacati, dell’istruzione e formazione professionale in Brasile, essendo autrice di numerosi libri e pubblicazioni; il suo ultimo libro è stato pubblicato nel 2016 – Educazione professionale in Brasile – Attori e scenari nella storia. Jundiaí, Paco Editorial. In Italia ha continuato a lavorare nell’ambito socio-educativo, essendo stata tra i soci fondatori della Cooperativa Sociale Caracol de Mondoví, Provincia di Cuneo – Piemonte. Nella cooperativa è responsabile del Dipartimento Formazione e Ricerca. Per dieci anni (2009-2020) collaboro con il progetto Yepp – It (Youth, Empowerment, Partnership Program), con sede a Torino, sviluppato in collaborazione con Yepp – IRC (International Resource Center) e INA (Internationale Akademie Berlin).

marescotti

Alessandro Marescotti

Nato nel 1958 a Taranto, dove insegna in una scuola media superiore. Nel 1991 è stato fra i fondatori
di PeaceLink, una rete telematica ecopacifista di cui è attualmente presidente. Ha scritto il libro “Telematica per la pace” (Apogeo, 1996) con Carlo Gubitosa ed Enrico Marcandalli e “Apri una finestra sul mondo” (Multimage, 1997) con il missionario Renato Kizito Sesana, Enrico Marcandalli e i suoi studenti. Assieme al figlio Daniele ha elaborato un testo dal titolo “Storia della pace” (è un ebookscaricabile da www.peacelink.it/storia). Dal 2005 si occupa dell’inquinamento da diossina della città di Taranto. Con i suoi studenti ha proposto nel 2011 un legge per la certificazione degli alimenti “dioxin free”. In questi anni si è occupato in particolare di cittadinanza attiva e di democrazia elettronica. Recentemente ha ritirato a Ravenna un “Premio Honoris Causa” per Giornalismo d’inchiesta. Tiene un blog su “Il Fatto Quotidiano.it”

Raffaele Marini

Raffaele Marini

Attualmente Presidente della Commissione Centrale Tutela Ambiente Montano del Club Alpino Italiano e membro del Gruppo Grandi Carnivori del CAI. Di formazione biologo da sempre si è interessato di gestione delle risorse naturali al di fuori della specifica attività lavorativa. In
particolar modo si è occupato di gestione della fauna ittica facendo parte della EIFAC – FAO sotto commissione IV, dell’Alleanza europea per la pesca dilettantistica e del Commissariato Italo-Svizzero per la pesca nelle acque comuni. Ha frequentato corsi di economia agricola montana, programmazione europea e gestione della fauna selvatica. Fotografo naturalista per passione, cavaliere al merito della Repubblica.

barzolai

Marcello Martini Barzolai

Esperienza: fare impresa allevando,coltivando, custodendo e innovando

Allevatore di Comelico Superiore, è stato tra i primi nove soci di Lattebusche, una cooperativa operante da oltre 60 anni nel settore lattiero caseario, con sede a Busche, nel Bellunese, zona ricca di pascoli ai piedi delle Dolomiti con una lunga tradizione nell’allevamento del bestiame. Gestisce, da 30 anni, con la famiglia una delle più importanti aziende agricole del Cadore, che ha saputo fare scelte di qualità e innovazione. Il passaggio da piccola azienda locale a vera e propria realtà produttiva e commerciale è stato il frutto di numerose scelte e continue evoluzioni.

mastojeni

Grammenos Mastrojeni

Diplomatico italiano. Dai primi anni Novanta ha intrapreso la riflessione e una serie di ricerche sull’allora incompreso legame fra tutela dell’ambiente, coesione umana, pace e sicurezza: ha pubblicato il primo articolo sull’interconnessione fra ambiente e stabilità sociale nel 1994, anticipando il primo allarme ufficiale emerso nel 1997 con il rapporto Geo-1 curato dal Programma delle Nazioni unite per l’ambiente. La sua prima monografia sull’argomento, Il ciclo indissolubile. Pace, ambiente, sviluppo e libertà, è stata pubblicata nel 2002. Ha insegnato Soluzione dei conflitti in diversi atenei, in Italia e all’estero e, nel 2009, la Ottawa University in Canada gli ha affidato il primo insegnamento attivato da un’università sulla questione Ambiente, risorse e geo strategia, materia che continua a insegnare. Collabora con il Climate Reality Project, iniziativa rivolta a diffondere la consapevolezza dei rischi legati al cambiamento climatico lanciata dal premio Nobel Al Gore. Tra le sue pubblicazioni segnaliamo: L’ arca di Noè. Per salvarci tutti insieme (Chiarelettere 2014); Effetto serra effetto guerra. Clima, conflitti, migrazioni: l’Italia in prima linea (Chiarelettere 2017 – seconda edizione 2019).

20210620_170705

Viviana Matrangola

Figlia di Renata Fonte, fu la prima donna nel 1982 ad assumere la carica di Assessore alla Cultura e
alla Pubblica istruzione, vittima innocente di mafia. La memoria della madre ha rappresentato il motivo e la fonte di ispirazione del suo impegno. Laureata in Architettura nel 2004, con la prima tesi sui beni confiscati alla mafia. Dal 2000 collabora attivamente ed è stata impiegata presso Libera associazioni nomi e numeri contro le mafie. E’ stata membro dell’ufficio di Presidenza dal 2005 al 2009 e responsabile del settore Memoria nazionale dal 2005 al 2009 e del settore internazionale dal 2009 al 2011, coordinando e promuovendo progetti e convegni internazionali, summer school OLE (Otranto Legality Experience). Nel 2010 con Libera a Buenos Aires ha fondato “Alas america latina alternativa social”, alterego di Libera nei paesi del Mercosur e “La red por la idendidad” in collaborazione con le Abuelas y Familiares e le Madres de Plaza de Mayo. Ha coadiuvato progetti di impegno sociale nelle periferie urbane contro degrado e illegalità. Ha partecipato e scritto programmi didattici di educazione alla legalità per le scuola. Ha coordinato youth program in collaborazione con FLARE (Freedom Legality and Rights in Europe) e gli istituti di cultura italiana a Cracovia e Berlino. Annualmente fa formazione presso i Campi estivi di Libera in tutta Italia sulla cultura della legalità ed il rispetto dell’ambiente. Ha rappresentato l’Italia nel Global Network for Peace alla conferenza mondiale presso l’ONU, la Columbia University e la NYU. Ha partecipato come consulente esperto a diversi Pon sicurezza presso le scuole di tutta Italia. E’ stata consulente esperta per il Gabinetto del Ministero di Grazia e Giustizia, nella tavola rotonda degli Stati Generali dell’Antimafia del 2016. Nel 2017 è stata insignita della menzione d’onore del Presidente della Repubblica la mostra fotografico/pittorica “Abbracci”, occasione di riflessione sul tema dell’accoglienza. E’ presidente di un’associazione di promozione sociale FLOW Libere Espressioni che si occupa di antimafia sociale promozione della cultura per incentivare percorsi di cittadinanza attiva. E’ autrice di un blog https://www.viviexperience.it/ su Travel, Hospitality e Lifestyle.

diku

Suzanne Mbiye Diku

È medico chirurgo, specialista in Ginecologia e Ostetricia presso l’Istituto nazionale per la promozione della salute delle popolazioni migranti e per il contrasto delle malattie della povertà” (INMP) e presidentessa dell’Associazione Redani – Rete della diaspora africana nera in Italia, nonché dell’Associazione donne congolesi “Tam Tam d’Afrique”.

membretti

Andrea Membretti

Laureato in Scienze Politiche all’Università di Pavia, ha conseguito il dottorato di ricerca in Sociologia all’Università Statale di Milano, seguito dal diploma post laurea dell’Istituto Universitario di Studi Superiori (IUSS) di Pavia. Dalla laurea ad oggi ha svolto attività di ricerca sociale e di docenza in ambito accademico ed extra accademico, con un forte orientamento empirico e privilegiando l’approccio della ricerca-azione. Da sempre interessato ai temi della sociologia del territorio e della partecipazione locale, negli ultimi anni ha concentrato la propria attenzione sugli studi alpini e montani; in particolare, è impegnato oggi ad approfondire la questione dei processi migratori dall’estero verso le aree montane del nostro Paese, in relazione allo sviluppo locale e all’innovazione sociale in contesti territoriali critici. E’ membro del CdA della Fondazione Sole terre di Milano (cooperazione internazionale) e socio di Dislivelli (associazione di ricerca e comunicazione sulle Alpi), per la cui rivista (www.dislivelli.eu) cura la rubrica “Montanari per forza” (dedicata al tema dell’immigrazione straniera nelle montagne italiane). Tra le sue più recenti pubblicazioni nel campo degli studi montani, si segnala Immigrazione straniera e turismo nelle Alpi: l’accoglienza dei rifugiati come occasione per il rilancio delle terre alte, in Informazione Sostenibile, luglio 2016.

mercalli2

Luca Mercalli

Climatologo, direttore della rivista Nimbus, presiede la Società Meteorologica Italiana, associazione nazionale fondata nel 1865. Si occupa di ricerca su climi e ghiacciai alpini, insegna sostenibilità ambientale in scuole e università in Italia, Svizzera e Francia e la pratica in prima persona, vivendo in una casa a energia solare, viaggiando in auto elettrica e coltivando l’orto. E’ consulente dell’Unione Europea e consigliere scientifico di ISPRA-Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale. Per RAI ha lavorato a “Che tempo che fa”, “Scala Mercalli” e “TGMontagne” e ora su Rainews. Editorialista per La Stampa e Il Fatto Quotidiano, ha al suo attivo migliaia di articoli e oltre 1900 conferenze. Tra i suoi libri: Filosofia delle nuvole, Che tempo che farà, Viaggi nel tempo che fa, Prepariamoci, Clima bene comune, Il mio orto tra cielo e terra, Non c’è più tempo, e il libro per bambini Uffa che caldo.

roberto mezzalama

Roberto Mezzalama

è Principal e Senior Project Director di Golder Associates dal 2006 e attualmente leader della comunità globale Golder per la Valutazione di Impatto Ambientale e Sociale. Prima di entrare in Golder Associates Mezzalama ha ricoperto diversi incarichi nei governi locali in Italia. Rappresentante del comitato Torino Respira.

paola michelozzi

Paola Michelozzi

Lavora al Dipartimento di Epidemiologia del SSR del Lazio dove dirige la U.O.C. Epidemiologia Ambientale, Occupazionale e Registro Tumori, composta da circa 30 ricercatori.  Dal 2004 Coordina il Piano nazionale prevenzione ondate di calore, ha coordinato diversi progetti europei e partecipato a ricerche in ambito nazionale ed internazionale sui temi ambiente e salute. E’ membro dell’International Society of Environmental Epidemiology ed è stata Presidente dell’Associazione Italiana di Epidemiologia nel biennio 2013-2014. Autrice di oltre 100 pubblicazioni scientifiche indicizzate. E’ stata docente a master Universitari in Epidemiologia e corsi di formazione per il SSN.

Foto_Sonia_Migliore

Sonia Migliore

Esperienza: Eco dalle città e Food Pride: recupero eccedenze alimentari tra economia circolare
e innovazione sociale

E’ progettista specializzata nella comunicazione. Dopo aver lavorato in diversi settori ha deciso d’investire le sue competenze nelle realtà che in maniera sinergica si occupano di sostenibilità e attivismo. E’ Project & Communication Manager “Eco dalle Città”, quotidiano ed associazione e project manager, formatrice per ACHAB, agenzia di comunicazione ambientale. Dal 2018 al 2020 è stata coordinatrice FOOD PRIDE.

montemagno

Diego Montemagno

Esperienza: Animazione d’ambiente contro la dispersione scolastica: SCUTER e “Scuola di Quartiere”

Dal 2016 Presidente dell’associazione ACMOS (Aggregazione, Coscientizzazione e Movimentazione sociale), dove milita dal 2002. E’ stato animatore d’ambiente nelle scuole di Torino attraverso il Progetto Scu.Ter. e ha vissuto per 10 anni in comunità, iniziando l’esperienza in Casa Acmos e poi nelle coabitazioni solidali nelle case popolari. Responsabile del movimento dei Gec di Acmos, Gruppo di educazione alla cittadinanza, una rete informale di gruppi giovanili impegnata nella formazione permanente alla cittadinanza e all’azione politica e sociale. Presidente del Coordinamento NonSoloAsilo, rete di organizzazioni impegnate nell’accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati.

andrea minutolo

Andrea Minutolo

Geologo libero professionista dal 2005 al 2015, dal 2012 è entrato a far parte dell’ufficio scientifico di Legambiente e dal 2019 ne è diventato il Responsabile scientifico a livello nazionale. Ha maturato una lunga esperienza nel campo delle indagini in situ e delle prove di laboratorio, delle indagini e delle analisi ambientali. Le varie esperienze associative e di vita personale prima, associate alla formazione universitaria e lavorativa poi, hanno influenzato le scelte professionali che, negli ultimi anni, hanno visto approfondire gli interessi e le competenze in campo ambientale. Particolare attenzione è stata quindi alle diverse amatrici ambientali (aria, acqua, suolo) ed alle conseguenti criticità correlate come il rischio idrogeologico, la bonifica dei siti inquinati, l’inquinamento atmosferico, le attività per l’estrazione degli idrocarburi.

Morandini

Simone Morandini

Simone Morandini è vicepreside dell’Istituto di Studi Ecumenici “San Bernardino”, dove insegna Teologia della Creazione. Autore di diverse pubblicazioni sull’etica ambientale e l’enciclica Laudato Si’, coordina il progetto “Etica, Filosofia e Teologia” della Fondazione Lanza ed è membro del gruppo “Custodia del Creato” della CEI (Conferenza Episcopale Italiana) Per l’ATISM (Associazione Teologica Italiana per lo Studio della Morale) coordina il Blog “Moralia” su  Il Regno.

Conferenza Luca Mercalli con STEP

Ugo Morelli

E’ un saggista e psicologo italiano. Studioso di scienze cognitive, è professore di psicologia del lavoro e delle organizzazioni presso l’Università degli Studi di Bergamo. Ha ideato e diretto la Scuola per il governo del territorio e del paesaggio della Provincia Autonoma di Trento, dove attualmente è direttore del Master WNHM / World Natural Heritage Management, pensato per formare alla conoscenza e alla gestione dei Beni naturali iscritti nella lista del patrimonio mondiale UNESCO (Dolomiti e altri siti montani). Con la psicologa e psicoanalista Carla Weber porta avanti gli studi sui processi psicodinamici dell’apprendimento e fonda, a Trento, Polemos, una scuola di studi e ricerche sui conflitti, di cui è presidente. Ha ricevuto il premio dell’Associazione Italiana Formatori per il libro Incertezza e Organizzazione. Scienze cognitive e crisi della retorica manageriale (edito da Raffaello Cortina) quale miglior libro dell’anno 2010.Tra le sue ultime pubblicazioni: “Eppur si crea (creatività, bellezza, vivibilità)”, Città nuova 2018 (cittanuova.it) e “Noi, infanti planetari. Psicoantropologia del tempo presente”, Meltemi Linee 2017.

Barbara Nappini

Barbara Nappini

Presidente di Slow Food Italia, evidenzia, nel dossier del suo mandato, un impegno specifico, poli-tico e culturale, per i prossimi quattro anni, sul fronte della rete migranti Slow Food. Attivista Slow Food dal 2012 e dal 2017 formatrice Slow Food per i temi legati all’agricoltura sostenibile ma an-che alla sensorialità, all’acquisto consapevole, agli stili di vita: progetta e conduce percorsi indiriz-zati agli adulti (insegnanti, genitori, operatori, ecc.) e attività per gli alunni. Si occupa di ortoterapia con persone diversamente abili, di orticoltura urbana e di educazione e formazione, soprattutto in relazione a temi di sostenibilità e produzione alimentare. Fondatrice dell’associazione Il Grano e le Rose di Arezzo nella quale progetta e attiva percorsi che promuovano cultura ambientale e stili di vita sostenibili.

Nicoletti

Antonio Nicoletti

Responsabile nazionale aree protette e biodiversità di Legambiente. Componente della segreteria nazionale di Legambiente e mi occupo di conservazione della natura e valorizzazione delle aree protette, delle foreste e di sviluppo locale sostenibile. Esperto di programmazione comunitaria, e di progettazione nel settore della biodiversità, del turismo, della formazione, comunicazione e informazione ambientale. In rappresentanza di Legambiente è delegato per la IUCN – Unione internazionale per la conservazione della natura e di FSC- Forest Stewardship Council. Componente della Giunta e del Consiglio Direttivo di Federparchi-Europarc Italia, del Consiglio direttivo di PeFC Italia, del Comitato Tecnico di Conlegno-FederlegnoArredo, del Tavolo Tecnico per la Biodiversità del MITE, del Tavolo nazionale Filiera Legno e la Strategia Forestale Nazionale del MIPAAF, del Tavolo di Partenariato per la Programmazione Comunitaria presso l’Agenzia nazionale per la Coesione territoriale.

beatrice nuti

Beatrice Nuti

Insegnante, laureata in storia delle religioni presso l’università La Sapienza di Roma, ha conseguito nel 2018 il dottorato di ricerca in discipline storiche presso la Scuola Normale Superiore di Pisa. Ha condotto per numerosi anni laboratori sperimentali di didattica della storia delle religioni nelle scuole elementari e medie di Roma con l’obiettivo di educare alla conoscenza della diversità culturale e religiosa contemporanea. È stata referente di progetti nazionali promossi dal ministero delle Pari Opportunità per l’educazione alla cittadinanza attraverso la storia delle religioni, ha collaborato a progetti europei per la didattica della storia delle religioni nelle scuole superiori europee (https://iers.unive.it/). Docente di latino e materie letterarie presso l’istituto comprensivo di Norcia (PG), fa oggi parte dell’équipe di progetto dell’associazione Casacomune.

oddone2

Emiliano Oddone

Geologo. È stato contrattista di ricerca all’Università di Ferrara per il rilevamento e la realizzazione dei Fogli Geologici scala 1:50000 (Progetto CARG), Cortina d’Ampezzo (concluso nel 2007), Dobbiaco (in avanzamento), Longarone (in avanzamento), Silandro (in avanzamento). Contrattista di ricerca al CNR-IRPI di Padova per la realizzazione di studi relativi al rischio da frana in zone dolomitiche. Ha collaborato con l’Ecomuseo Vajont a numerose esperienze didattiche e divulgative a sfondo geoturistico. Ha effettuato numerose esperienze didattiche in scuole di ogni ordine e grado su temi geologici, paesaggistici ed ambientali. Ideatore e co-fondatore di Dolomiti Project srl si occupa della valorizzazione della geodiversità, di servizi al geoturismo (geoturismo di comunità), di progetti di comunicazione dei valori ambientali e della scienza, della mappatura del patrimonio geologico e paesaggistico e di editing con finalità divulgative.

omizzolo

Marco Omizzolo

Sociologo, presidente di Tempi Moderni e docente di Sociopolitologia delle migrazioni per l’Università La Sapienza di Roma. E’ anche ricercatore Eurispes e consulente per Amnesty International Italia. Si occupa di studi e ricerche sulle migrazioni, sul lavoro e sulle mafie. È autore di numerosi saggi e ricerche nazionali ed internazionali in particolare sul lavoro gravemente sfruttato in agricoltura con riferimento ai lavoratori stranieri. Ha organizzato uno dei maggiori scioperi contro lo sfruttamento e le agromafie, ossia quello del 18 aprile del 2016 a Latina insieme alla Cgil con oltre 5 mila braccianti indiani che vi parteciparono. Ha replicato quest’esperienza negli anni successivi per due volte e occupato numerose aziende agricole insieme a braccianti indiani gravemente sfruttati allo scopo di denunciare le condizioni di emarginazione e sfruttamento alle quali erano condannati. Ha accompagnato oltre 150 lavoratori e lavoratrici di origine immigrata a sporgere denuncia contro padroni e mafiosi, e si è costituito, con alcuni di loro, parte civile in vari processi contro il caporalato e lo sfruttamento. Nel 2019 il Presidente della Repubblica Mattarella lo nomina, motu proprio, Cavaliere della Repubblica per meriti di ricerca e impegno contro le agromafie e lo sfrutta-mento del lavoro. E’ stato anche insignito del titolo di “Human Rights Defenders” a Dublino nel 2019 per Frontline Defenders. Nel 2020 è stato candidato dall’Unesco al premio biennale “Madaneet Singh” assegnato alle personalità nel mondo che si sono contraddistinte per la lotta non violenta in favore dei diritti e della pace. Da alcuni anni vive sotto protezione da parte delle Forze dell’ordine per le numerose minacce di morte subite.

lorenza.orlandini

Lorenza Orlandini

Ricercatrice presso l’INDIRE, si occupa di approcci che sostengono il rapporto tra scuola e territorio per la trasformazione del modello scolastico. Nell’ambito della ricerca sull’innovazione scolastica si occupa di Service Learning e di ambienti di apprendimento. Particolare interesse è posto all’idea di scuola come sistema aperto, capace di relazionarsi con il contesto territoriale di riferimento e di costruire una sua specifica identità nell’ottica della comunità educante. E’ curatrice del volume Il Service Learning per l’innovazione scolastica, edito da Carocci.

Michele Ottino

Michele Ottino

E’ Direttore dell’Ente di gestione delle Aree protette delle Alpi Cozie, già direttore del Parco Nazionale del Gran Paradiso. Dopo la laurea in Scienze agrarie presso l’Università degli Studi di Torino ha iniziato la prima esperienza di protezione ambientale con la direzione del Parco naturale della Val Troncea dal 1984 fino al 1998. Nello stesso anno è stato nominato direttore generale del Parco Nazionale del Gran Paradiso che ha diretto per diciannove anni. Successivamente è ritornato nelle natie Alpi Cozie per gestirvi il vero scrigno di biodiversità costituito dai suoi quattro parchi naturali e dalle 15 Zone speciali di Conservazione della Rete Natura 2000. Autore di numerosi articoli a stampa e di alcuni libri, è stato direttore responsabile della rivista “Ibex – Journal of Mountain ecology” e di “Voci del Parco”.

ROME, ITALY - OCTOBER 27: Marco Paolini attends a photocall for 'La Pelle Dell'Orso' on October 27, 2016 in Rome, Italy. (Photo by Camilla Morandi - Corbis/Corbis via Getty Images)

Marco Paolini

Autore, attore e regista.

Dagli anni Settanta al 1994 ha fatto parte di vari gruppi teatrali. È in uno di questi, il Teatro Settimo di Torino, che inizia a raccontare storie, nascono gli “Album”, i primi episodi di una lunga biografia collettiva che attraversa la storia italiana dagli anni ’60 ai giorni nostri, fino a immaginare il futuro prossimo con il nuovo Album Le avventure di Numero Primo. Noto al grande pubblico per Il racconto del Vajont si distingue quale autore e interprete di narrazioni di forte impatto civile (I-TIGI racconto per Ustica, Parlamento chimico, Il Sergente, Bhopal 2 dicembre ’84, U 238, Miserabili) e per la capacità di raccontare il cambiamento della società attraverso i dialetti e la poesia sviluppata con il ciclo dei Bestiari. Il suo ultimo spettacolo è Nel Tempo degli Dei, il calzolaio di Ulisse scritto con Francesco Niccolini per la regia di Gabriele Vacis. Nel 1999 ha fondato Jolefilm, la società con cui produce tutti i suoi spettacoli e con cui sviluppa la passione per il documentario e il cinema realizzando opere che hanno avuto un ottimo riscontro di pubblico e di critica (dal pluripremiato Io sono Li di Andrea Segre, ai più recenti La pelle dell’orso di cui è coautore con Marco Segato e Enzo Monteleone oltre che interprete e L’ordine delle cose di Segre).

alice pasin

Alice Pasin

Esperienza: Di seme in meglio, Civiltà Contadina

Laureata in architettura al Politecnico di Milano, progetta giardini, parchi e terrazzi con un approccio di sostenibilità e autocostruzione. E’ referente dell’associazione “Civiltà Contadina”, collabora a vari progetti di orti didattici mettendo in relazione culture contadine e tecniche agricole naturali ma innovative. Ha curato l’edizione italiana del Manuale per salvare i semi dell’orto e la biodiversità, TerraNuova Edizioni e scritto Il buon giardino selvaggio, manualetto filosofico tecnico per giardinieri, ortisti e progettisti.

pasini

Antonello Pasini

Ricercatore dell’Istituto sull’Inquinamento Atmosferico (IIA) del Consiglio Nazionale delle Ricerche a Roma. Dal 2013 è referente scientifico dell’area tematica di ricerca IIA “Modellistica atmosferica a scala regionale e globale”. Dal 2015 è docente di fisica del clima per il corso di Laurea in Fisica all’ Università Roma Tre. Dal 2000 è responsabile di parecchi progetti e linee di ricerca sullo sviluppo e l’applicazione di modelli allo studio del boundary layer atmosferico e dei cambiamenti climatici. E’ autore di molti articoli scientifici e di tre libri sul clima e la modellistica climatica. Editor e Co-Autore di due multi-author books. E’ collaboratore del quotidiano “Il Sole 24 ore” con un blog sui cambiamenti climatici e le loro conseguenze economiche e sociali, sulle sue pagine web (2007-2012). Attualmente il blog si è trasferito sulle pagine web dell’edizione italiana di Scientific American (Le Scienze).

peano

Cristiana Peano

Insegna Filiera dei prodotti frutticoli e arboricoltura presso l’Università di Torino (Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari). Dirige il Master in Sostenibilità socio ambientale delle reti agroalimentari. Collabora con la Fondazione Slow Food per la Biodiversità e con Slow Food Italia per i progetti relativi a Presìdi, Orti in Africa, Comunità di Terra Madre.

foto fede

Federica Pecoraro

Ha conseguito la laurea magistrale in Antropologia culturale ed etnologia presso l’Università degli
Studi di Torino, con un lavoro di ricerca sulla prostituzione nigeriana a Torino soffermandosi, in modo particolare, sulla costruzione dell’età nei contesti di partenza e di destinazione oltre che all’interno dei circuiti d’accoglienza. Ha lavorato presso lo sportello anti tratta del Gruppo Abele. Attualmente coordina, insieme alla giornalista Mirta Da Pra, Casacomune Scuola e Azioni, la nuova realtà associativa del Gruppo Abele che ha l’obiettivo di fornire percorsi formativi sui temi ambientali e sociali e sulle relative connessioni.

petrini

Carlo Petrini

Si occupa di enogastronomia dal 1977 sui principali periodici e giornali italiani e partecipa attivamente alla nascita, con Stefano Bonilli, del Gambero Rosso, inizialmente inserto mensile del Manifesto. Fonda la “Libera e Benemerita Associazione degli Amici del Barolo”, che diventerà nel luglio 1986 Arcigola, mantenendo forti legami col Gambero Rosso e con la rivista La Gola.È ideatore di importanti manifestazioni come Cheese, il Salone del Gusto di Torino e la più recente manifestazione Terra Madre, in contemporanea al Salone del Gusto. Il 9 dicembre 1989 a Bra viene fondato il Movimento Internazionale Slow Food. Ha collaborato t con l’Unità e La Stampa; dal 2007 è una firma di Repubblica.

È in prima linea in una battaglia contro gli OGM. Nel 2008 il quotidiano inglese Guardian lo posiziona tra le 50 persone che potrebbero salvare il pianeta. Convinto sostenitore di una agricoltura maggiormente “compatibile”, individuando in essa anche una modalità di maggiori rese, critico dello strapotere dell’industria agro-alimentare. Autore di numerosi libri, trai i più recenti Un’idea di felicità (con L. Sepúlveda, 2014), Biodiversi (con S. Mancuso, 2015) e Vivere per qualcosa (con L. Sepúlveda e J. Mujica, 2017).

petrosino

 Silvano Petrosino

Insegna Teorie della Comunicazione e Antropologia religiosa e media presso l’Università Cattolica di Milano. Insegna inoltre Antropologia del sacro presso L’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Milano. Tra le sue ultime pubblicazioni ricordiamo: Emmanuel Levinas. Le due sapienze, Feltrinelli, Milano 2017; Contro il posto umano. Ripensare l’uomo, ripensare l’animale (in collaborazione M. Iofrida) EDB, Bologna 2017; Contro la cultura. La letteratura, per fortuna, Vita e Pensiero, Milano 2017.

Piccioni foto

Luigi Piccioni

Insegna storia economica nel Dipartimento di Economia, Finanza e Statistica dell’Università della Calabria, fa parte del comitato scientifico della collana editoriale “Aree naturali protette” ed è vicepresidente della Società di Storia della Fauna “Giuseppe Altobello”. I suoi interessi di ricerca sono concentrati soprattutto sulla storia delle aree protette, sul primo ambientalismo e sulle culture ecologiste dalla metà degli anni Sessanta in poi. Tra le sue pubblicazioni “Il volto amato della patria”. Sul primo movimento italiano per la tutela della natura 1883-1934 (Camerino 1999), il saggio “La natura come posta in gioco. La dialettica tutela ambientale-sviluppo turistico nella storia della ‘regione dei parchi’”, nel volume “Sull’Abruzzo della Storia d’Italia” Einaudi (Torino 2000) e la “biografia di Renzo Videsott, Primo di cordata” (Trento 2010).

Giuseppe piras

Giuseppe Piras

Laureato in Architettura presso il Politecnico di Torino, si è occupato negli anni di sviluppo locale, rigenerazione urbana e mobilità attiva.  Tra i fondatori del movimento #salvaiciclisti, collabora all’ideazione e alla realizzazione degli Stati Generali della Mobilità Nuova di Reggio Emilia (2012) e Bologna (2015), svolge attività di formazione per cittadini e tecnici sui temi della mobilità, dello spazio pubblico e della qualità dell’aria. E’ amministratore della società Bici-t, che offre soluzioni per la mobilità nuova e vice presidente del Comitato Torino Respira.  Pubblica nel 2016 “Come fare: Manuale del ciclista urbano” per Sistemi editoriali.

pomarico

Francesco Pomarico

Leader del Gruppo Megamark, è responsabile della direzione operativa e dei progetti innovativi del gruppo. In tempi recenti Megamark ha lanciato il progetto ‘Stammibene’, mercato con cucina, che, su 450 mq, associa divertimento, relax, ristorazione e ricette.

nicola pondrano

Nicola Pondrano

Nel 1974 entra alla Eternit di Casale Monferrato. È tra i principali attivisti che iniziano una lunga lotta sindacale a tutela e difesa della salute in fabbrica e successivamente nel territorio casalese, ormai falcidiato da centinaia di morti per malattie amianto-correlate. Incontro fondamentale in fabbrica fu l’amicizia e la visione ambientalista con un frate-operaio, Bernardino Zanella, con il quale costruì la prima piattaforma rivendicatIva a tutela della salute dei lavoratori Eternit. Gli anni 70 diventeranno di lotta, di repressioni aziendali, ma anche di conquiste. Nasce tra i lavoratori la consapevolezza che in quella fabbrica si muore, e si comincia ad osservare che ci si ammala anche nel territorio circostante. Diventa dirigente sindacale e dirige una massiccia campagna di tutela assicurativa, che sfocerà in azione giudiziaria. Questa azione porterà alla chiusura dello stabilimento e ai processi penali tuttora in corso. Dirigente sindacale sino al 2012, Presidente Fondo Vittime amianto Inail dal 2012 e cofondatore di AFEVA (ASS. FAMIGLIARI VITTIME AMIANTO).

Andrea-Porcarelli

Andrea Porcarelli

professore Aggregato di Pedagogia Generale e sociale presso l’Università degli Studi di Padova, ha insegnato anche nel Master in Dirigenza scolastica attivo presso la medesima Università e nel Corso di Perfezionamento in “Teoria e pratica della progettazione pedagogica”. È stato membro della Commissione ministeriale denominata “Cittadinanza e costituzione” che si è occupata dell’inserimento dell’omonima disciplina nei curricoli scolastici. Già membro della Commissione Ministeriale per l’attuazione della legge sul riordino dei cicli di istruzione (L. 30/2000) e del gruppo di lavoro del MIUR per la definizione dei profili in uscita dell’Istruzione Secondaria (L.53/2003), del Gruppo di Lavoro Ministeriale sull’Educazione alla cittadinanza nella XV legislatura. Da tempo si occupa di formazione di docenti e dirigenti del comparto scuola e della formazione professionale e di ricerche sulla professionalità docente, il sistema di istruzione e formazione, l’educazione alla cittadinanza e alla convivenza civile (con diverse collaborazioni istituzionali con l’USR dell’Emilia-Romagna e l’USP di Bologna). Attualmente è membro del Gruppo di lavoro ministeriale sull’educazione civica costituito presso l’ANSAS. Cattolica in diversi istituti scolastici secondari della provincia di Bologna. Tra le sue ultime pubblicazioni, L. Corradini e A. Porcarelli, Una Convivenza civile. Itinerari dieducazione civica, Società editrice Internazionale, 2020.

DAVIDE_02

Davide Porporato

E’ professore associato di Etnologia presso l’Università degli Studi del Piemonte Orientale. Dal 2015
è membro del Comitato di redazione della rivista “Archivio Antropologico Mediterraneo (www.archivioantropologicomediterraneo.it). All’interno dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale ricopre diversi ruoli: è membro del gruppo di lavoro per l’organizzazione della “Scuola estiva in Project Management nella valorizzazione delle risorse culturali ed enogastronomiche locali”, fa parte del Comitato Tecnico Scientifico del Centro Interdipartimentale FOODlink, è membro del collegio dei docenti del dottorato “Food, Health & Longevity – DOT197N4XY– ciclo 35” e presidente del Gruppo di Lavoro per il diritto allo studio dell’Ateneo. Per l’Università degli Studi del Piemonte è anche il rappresentante al “Tavolo del partenariato agroalimentare e rurale” e al “Tavolo sul sistema della conoscenza e dell’innovazione in agricoltura” promosso dalla Regione Piemonte. Ha condotto diverse ricerche di stampo etno – antropologico e nel corso degli ultimi anni, ha lavorato, al concetto di memoria collettiva al fine di ri-costruire una coscienza della tradizione progettando (con Piercarlo Grimaldi) un sistema multimediale che permette di raccogliere, archiviare e re-distribuire criticamente le storie di vita, i gesti e le parole dell’oralità (www.granaidellamemoria.it). Tra le sue ultime pubblicazioni: Culture, Heritage, Identity and Food. A Methodological Approach, con Grimaldi P., Fassino G., Franco Angeli, Di fede e di comunità. La chiesa parrocchiale Assunzione di Maria Vergine di Volvera, a cura di Beltramino A.V, Omega Edizioni.

pratesi

Fulco Pratesi

E’ un giornalista, ambientalista, illustratore e politico italiano, fondatore del WWF Italia, di cui è ora presidente onorario. Come giornalista è specializzato in argomenti ecologici e naturalistici, collabora da molti anni con Il Corriere della Sera, L’Espresso e numerose riviste del settore. Dirige, dal 1979, la rivista per ragazzi L’Orsa. Ha curato, insieme a Franco Tassi, le Guide alla Natura d’Italia (Mondadori), e ha scritto, tra l’altro, Clandestini in Città (Mondadori), Esclusi dall’Arca (Mondadori), Il Mondo della Palude (Rizzoli), I Cavalieri della Grande Laguna (Rizzoli), Natura in Città (Rizzoli), Taccuini Naturalistici (Giorgio Mondadori), Un cane (Salani), Storia della Natura d’Italia (Editori Riuniti), ed altri. Molti di questi volumi sono stati illustrati da lui stesso. Nel 1966 fonda il WWF Italia, ne diventa vicepresidente nel 1970 e poi presidente dal 1979 al 1992. Dal 1975 al 1980 è anche presidente della LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli). Ha progettato numerosi parchi nazionali e riserve naturali in Italia e all’estero. Ha rappresentato l’associazione Italia Nostra. È stato membro della Consulta per la Difesa del Mare e del Consiglio Nazionale dell’Ambiente, dal marzo 1995 al 2005 ha ricoperto la carica di Presidente del Parco Nazionale d’Abruzzo e dal 1998 è stato rieletto Presidente del WWF Italia. Nel 2007, allo scadere del suo mandato come presidente del WWF Italia, Pratesi rimane nell’associazione come presidente onorario e Presidente del Comitato Scientifico WWF Oasi.

Stefania Prandi

Stefania Prandi

Giornalista professionista e fotogiornalista, si occupa di questioni di genere, lavoro, diritti umani, società e ambiente. Ha lavorato in redazione e sul campo, realizzando reportage da India, Etiopia, Albania, Grecia, Portogallo e Italia. Tra le sue collaborazioni figurano Al Jazeera, El País, Open Society Foundation, Azione, Elle Italia, Elle Ungheria, Pagina 99 e Il Fatto Quotidiano. Dal 2011 al 2014 ha svolto corsi sulle questioni di genere in Svezia, Norvegia e Stati Uniti. Attualmente sta portando avanti un lavoro su donne e caporalato, “L’altra metà dell’agricoltura”, iniziato nell’aprile 2016, che ha già ricevuto tre menzioni speciali (Moscow International Photo Awards, International Photography Awards, Photography Festival) e il finanziamento del The Pollination Project. Per “Le conseguenze”, reportage fotografico sui femminicidi in Italia, ha ricevuto la Stella di Bronzo ai Neutral Density Award. Con Alan Gand ha realizzato il documentario “Uranium project”(2011).

raveri

Massimo Raveri

Professore di Religioni e Filosofie dell’Asia Orientale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e membro del comitato scientifico di «Historia Religionum». Ha condotto le sue ricerche in Giappone, occupandosi delle tradizioni ascetiche ed esoteriche buddhiste e shinto. Per alti meriti di studio gli è stato conferito nel 2012 dal governo giapponese il titolo dell’onorificenza “Ordine del Sole Nascente, Raggi d’Oro con Rose”. Ha inoltre studiato i nuovi linguaggi della religiosità contemporanea e i problemi posti dalla convivenza tra fedi diverse. Fra i suoi lavori recenti Il pensiero giapponese classico ( Einaudi 2014), Ridere degli dèi, ridere con gli dèi. L’umorismo teologico, con Maurizio Bettini e Francesco Remotti (Mulino 2020).

reviglio2

Carlotta Reviglio

Studentessa universitaria, portavoce del movimento Fridays for future di Torino

rifolfi

Luca Ridolfi

Docente di Ingegneria dell’Ambiente, del Territorio e delle Infrastrutture presso il Politecnico di Milano. Esperto di risorse idriche e di impronta idrica virtuale delle merci.

Massimo Rocco

Massimo Rocco

Esperienza: Mozzarella biologica.

Libera Terra di Caserta, presidente della Cooperativa Terre di Don Peppe Diana – Libera Terra, cooperativa dedicata alla memoria del sacerdote ucciso dalla camorra, che gestisce terreni e impianti confiscati ai boss.

D. Rosselli

Domenico Rosselli

Responsabile dell’area di vigilanza dell’Ente di gestione delle aree protette delle Alpi Cozie

davide rostan

Davide Rostan

Esperienza: Il difficile e sofferto attraversamento delle Alpi

Laureato in teologia alla facoltà valdese di Roma, dopo un anno a Cambridge, in Inghilterra, è stato due anni in prova come pastore a Cerignola in Puglia e a Bergamo, poi dal 2005 al 2009 ha diretto il Centro Ecumenico Agape di Praly, ha svolto un anno di ministero a Catania, poi si è concesso un anno sabbatico gestendo un rifugio in Val Pellice. Dal 2011 al 2012 ha guidato la chiesa di Novara, ed infine, dal 2012 al 2021, è stato pastore di Val Susa e Val Sangone. Impegnato sui temi della giustizia ecologica e sociale e su quelli della migrazione. E’ parte della rete di aiuto e sostegno ai migranti al confine della val Susa, Valsusa Oltre Confine e nel movimento Notav. Da alcune settimane è pastore presso la chiesa valdese di Bobbio Pellice.

beppe-rovera

Beppe Rovera

Giornalista professionista, inizia la sua carriera nel 1978 presso la redazione torinese di Avvenire. Dal 1979 al 1990 ricopre il ruolo di redattore dell’Ansa di Torino dove segue, come cronista, i principali avvenimenti della città e del Paese, per poi approdare, come corrispondente da Torino, al Corriere della Sera, incarico che svolge dal 1985 al 1990, anno in cui inizia a condurre la trasmissione Ambiente Italia alla Rai di Torino.

ruffino

Paola Monica Ruffino

Docente di Lettere presso l’ICS Marconi di Palermo, impegnata dal 2009 con l’Associazione Incontrosenso in progetti di Cittadinanza attiva e valorizzazione del territorio che utilizzano il metodo del Service learning come opportunità didattica ed educativa. Collabora con Enti pubblici e privati per la progettazione e la realizzazione di corsi di formazione ed interventi educativi che puntano sulla media education e le metodologie innovative del videostorytelling e della gamification finalizzate a valorizzare la creatività attraverso la partecipazione e l’inclusione.

beatrice ruscio

Beatrice Ruscio

E’ di Avezzano (AQ), traduttrice freelance e sceneggiatrice, laureata in Lingue e Letterature Straniere, in passato ha lavorato presso il Ministero dello Sviluppo Economico dove si è occupata di diffondere i principi delle linee guida OCSE sulla Responsabilità Sociale delle Imprese. Traduttrice volontaria per varie associazioni. Collabora in qualità di redattrice con l’Associazione Peacelink seguendo, con particolare attenzione, il caso di Taranto e l’inquinamento industriale. Ha pubblicato il libro Legami di ferro. Dalla miniera alla fabbrica. Dal cuore della foresta Amazzonica brasiliana al quartiere Tamburi di Taranto (2015), sull’inquinamento ambientale della città di Taranto. La sua passione per la scrittura l’ha portata anche a sviluppare diverse sceneggiature per cortometraggi tra i quali My Faith (2018) e Nicholas (2020) sul tema dell’autismo, oltre a numerose altre in fase di realizzazione

sagnet

Yvan Sagnet

Giunto in Italia per motivi di studi nell’agosto 2008, nel 2013 ha conseguito la Laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni presso il Politecnico di Torino. Portavoce durante lo sciopero alla masseria Boncuri (Nardò) contro i caporali e gli imprenditori agricoli. Ha lavorato come sindacalista per la FLAI-CGIL, fondatore dell’associazione internazionale anti caporalato NO-CAP. È stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel 2017.

Roberto Saini

Roberto Saini

Presidente del parco del Po Torinese, Professore presso l’Università degli Studi di Torino con l’incarico di insegnamento di “Pianificazione territoriale e ambientale” e “Pianificazione e gestione del territorio” nell’ambito del Corso di Studi in Scienze Naturali e Biologiche – Laurea specialistica AGAM ora Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi. Docente in corsi di formazione professionale organizzati da Enti pubblici e da Istituti specializzati in formazione ambientale quali l’Istituto PANGEA di Sabaudia, il FORMEZ di Arco Felice di Pozzuoli e lo STEP di Latina. Ha ricoperto diversi incarichi presso Enti Parco come Consigliere del Parco Nazionale Val Grande e del Parco regionale La Mandria, Commissario straordinario del Parco naturale di Stupinigi e dell’Ente di gestione delle Aree protette del Po torinese. Autore di varie pubblicazioni tra cui “Parchi e Riserve Naturali del Piemonte”, edizione Stamperia Artistica Nazionale.

salvini chef

Simone Salvini

Laureato in Lettere e Filosofia all’Università degli studi di Firenze, consegue un dottorato in Psicologia a indirizzo storico con specializzazione Ayurvedica presso l’Università Florid College e NY College in Pisa. Nel 2000 si trasferisce in Irlanda lavorando per ristoranti vegetariani e poi in India: Punjab e New Delhi, per approfondire la cucina ayurvedica. Dal 2005 al 2011 lavora nella cucina di Pietro Leemann a Milano, di cui diventa chef executive. Dal 2008 insegna in istituti alberghieri di Milano, collabora alla formazione dei cuochi interni alla Camera dei Deputati, con l’Associazione Vegetariani Italiana, e l’Istituto Europeo di Oncologia di Umberto Veronesi. Svolge corsi di cucina naturale vegetariana per le scuole di cucina, è executive chef di Organic Academy, accademia di alta cucina naturale e vegetariana, dove svolge corsi di cucina e servizi di formazione per gruppi alberghieri, ristoranti e chef professionisti. Nel 2015 a Expo si occupa di ristorazione presso il Padiglione del Biologico e del Naturale. Attualmente vive tra Milano e Bologna impegnato in un progetto in collaborazione con Funny Veg Srl (editore di FunnyVegan): la Ghita Academy, un’accademia di Cucina Vegetale dedicata ai professionisti del settore per trasmettere l’amore per la cucina e per le persone.

CinziaScaffidi2017

Cinzia Scaffidi

Giornalista e docente. Si occupa di questioni globali legate al cibo, e di come queste siano connesse tra loro. Insegna in diverse scuole ed atenei, tra cui l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo. I suoi libri più recenti sono Che mondo sarebbe – Pubblicità del cibo e modelli sociali e Il mondo delle api e del miele, entrambi pubblicati da Slow Food Editore.

scalmana1

Don Gabriele Scalmana

E’ laureato in scienze naturali e biologia, incaricato per la pastorale del creato nella diocesi di Brescia, docente di Teologia e sapere scientifico presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose dell’Università Cattolica di Brescia. Ha pubblicato Scienze della Vita (La Scuola, 1998), Teilhard de Chardin, la fede e la scienza (In Dialogo, 2000), La Terra (La Scuola, 2007) e molti articoli sia a carattere naturalistico che teologico (soprattutto su Quaderni teologici del Seminario di Brescia, Morcelliana), Teologia e biologia (Morcelliana, Brescia 2010).

cosimo schinaia

Cosimo Schinaia

Psichiatra e psicoanalista con funzioni didattiche della Società Psicoanalitica Italiana e dell’International Psychoanalytical Association. È stato Direttore dell’Ospedale psichiatrico di Cogoleto (Ge), delle Strutture residenziali di Quarto (Ge) e del Dipartimento di Salute Mentale di Genova centro (ASL 3 Genovese). I suoi libri: Dal manicomio alla città, Laterza, Roma-Bari, 1997; Il cantiere delle idee, La Clessidra, Genova, 1998; Pedofilia pedofilie. La psicoanalisi e il mondo del pedofilo, Bollati Boringhieri, Torino, 2001 (tradotto in inglese, spagnolo, portoghese, francese, polacco e tedesco); Il dentro e il fuori. Psicoanalisi e architettura, Il Melangolo, Genova, 2014; Interno Esterno. Sguardi psicoanalitici sull’architettura e urbanistica, Alpes, Roma, 2016; Il Presepio dei folli. Scene da un manicomio, Alpes, 2018; Pedofilia e psicoanalisi. Figure e percorsi di cura, Bollati Boringhieri, 2019 (tradotto in russo e in spagnolo); L’inconscio e l’ambiente. Psicoanalisi e ecologia, Alpes, 2020, (tradotto in spagnolo).

selvaggi

Alberto Selvaggi

Dopo una formazione in campo naturalistico, lavora da anni presso dell’Istituto per le piante da legno e l’ambiente (I.P.L.A. S.p.a.) dove si occupa di ricerca applicata in campo botanico nel territorio piemontese. Ha inoltre collaborato a progetti di ricerca internazionali sulla flora e la vegetazione delle Alpi e ai progetti di ricerca promossi da Ministero dell’Ambiente, ISPRA, Società Botanica Italiana, Società Italiana Scienza della Vegetazione sulle Liste Rosse della Flora d’Italia, l’identificazione delle Aree di Importanza Botanica in Italia, l’interpretazione e il monitoraggio di habitat e specie della Direttiva “Habitat” in Italia. Collabora alla realizzazione della nuova Checklist della Flora vascolare d’Italia. Cura dal 2005 una rubrica di segnalazioni floristiche sulla Rivista piemontese di Storia naturale e ha promosso la realizzazione di incontri e giornate di studio sulla flora del Piemonte e sulla ricerca delle orchidee spontanee.

shiva2

Vandana Shiva

Fisica quantistica, filosofa ed economista, è considerata la teorica più nota di una nuova scienza: l’ecologia sociale. Dirige il Centro per la Scienza, Tecnologia e Politica delle Risorse Naturali di Dehra Dun in India. È conosciuta grazie al successo di Monocolture della mente (1995), un best-seller in tutto il mondo, e in Italia anche grazie al documentario del 2009 di Ermanno Olmi, Terra Madre, che mostra la raccolta del riso, nei pressi della fattoria Navdanya nella valle del Doon, dove sono custoditi i semi delle varietà locali di riso, tramandati di generazione in generazione.

Attivista politica e ambientalista, si è battuta per cambiare pratiche e paradigmi nell’agricoltura e nell’alimentazione; si è occupata di questioni legate ai diritti sulla proprietà intellettuale, alla biodiversità, alla bioetica, alle implicazioni sociali, economiche e geopolitiche connesse all’uso di biotecnologie e ingegneria genetica. Nel 1991 fonda Navdanya (in hindi “nove semi) per la difesa dei semi autoctoni contro le multinazionali che rivendicano come “proprietà intellettuale” varietà agricole selezionate nei secoli da comunità locali. Nel 1993 ha ricevuto il Right Livelihood Award, detto il Premio Nobel alternativo. È vegetariana.

silingardi

Paolo Silingardi

Fondatore e presidente di Achab Group, da oltre 20 anni comunicatore ambientale, ha seguito in tutta Italia progetti di riduzione dei rifiuti, start up di raccolte porta a porta, passaggio da tassa a tariffa, interventi di educazione ambientale, progetti di incentivazione per premiare i comportamenti positivi dei cittadini. Ha scritto il testo Evoluzione. Riflessioni postume di un Australopiteco, che ha promosso nella traduzione teatrale, particolarmente pensato per uso divulgativo nelle scuole  (https://evoluzione.achabgroup.it/#libro)

pina-sodano

Pina Sodano

Docente del corso di confini e conflitti. Politiche dell’accoglienza e processi inclusivi in Italia, presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi Roma Tre dal 2019 al 2020. Laureata in Lingue e letterature straniere presso L’Università degli Studi di Napoli “l’Orientale”. Sociologa, arabista, attualmente ricercatrice presso il CeAS Centro di eccellenza Altiero Spinelli, per l’Europa dei popoli e la pace nel mondo. Vice Presidente di Tempi Moderni, un’associazione di promozione sociale che si occupa di studi, ricerche, formazione e indagini di carattere scientifico su argomenti d’attualità e di interesse accademico.

solibello

Filippo Solibello

Conduttore radiofonico, sensibile alle questioni ambientali. Dal 2011 conduce Caterpillar AM, la mattina, su Rai Radio2, mentre negli undici anni precedenti ha condotto la versione pomeridiana dello stesso programma. Nel 2005 ha inventato e lanciato, sempre a Radio2, M’illumino di meno, la campagna sui temi del cambiamento climatico e del risparmio energetico. Molto attivo nella comunità radiofonica europea, nel 2015 ha creato RadioCity Milano, il festival mondiale delle radio.

Suffia

Angelo Suffia

Esperienza : L’unione fa la forza per dare valore al territorio

Presidente di La Sicilia in Bio di Catania

AT_20210519-1

Angelo Tartaglia

Ingegnere nucleare e fisico, già professore di Fisica presso il Politecnico di Torino; attualmente membro dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF). Oltre all’attività nel campo della fisica teorica si è sempre occupato anche degli impatti ambientali e sociali delle attività umane, della questione energetica e della sostenibilità. A suo tempo impegnato col movimento antinuclearista e membro dell’Unione Scienziati Per il Disarmo (USPID). Membro dei comitati scientifici di Legambiente e Pro Natura e della commissione tecnica per la valutazione della nuova linea ferroviaria Torino-Lione per conto dell’Unione Montana Bassa Valle di Susa e di alcuni altri comuni coinvolti e contrari all’opera (dal 2006 ad oggi).

_nadia.tecco

Nadia Tecco

È ricercatrice, docente, consulente nel campo della produzione e del consumo alimentare, della valutazione della sostenibilità dei sistemi alimentari e della gestione delle risorse naturali. PhD in Analisi e governance dello sviluppo sostenibile, la sua esperienza professionale include incarichi presso l’Università degli studi di Torino, il Politecnico di Torino, l’Università degli studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, l’Università Ca’ Foscari di Venezia, Regione Piemonte, Fondazione Slow Food per la biodiversità. Attualmente collabora presso il Dipartimento di culture, politica e società dell’Università di Torino, in particolare presso l’ufficio preposto all’incremento e promozione delle politiche ambientali dell’università ( Unitogo http://www.green.unito.it/it#intro).

Maria Luisa Terrenzio

Maria Luisa Terrenzio

Esperienza : Produrre biologico, rispettare le regole, dare fiducia…

Responsabile dell’Azienda agricola Prima Bio di Foggia.

Gianni-Tognoni2-650x400

Gianni Tognoni

Dottore in Filosofia e Teologia e laureato in Medicina e Chirurgia, ha svolto dal 1969 attività di ricerca presso il Laboratorio di Farmacologia Clinica dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri”. È stato consulente WHO per la selezione dei farmaci essenziali, con missioni in diversi paesi dell’America Latina, Medio Oriente, Africa; Direttore del Consorzio Mario Negri Sud; membro della Commissione Unica del Farmaco (CUF) del Ministero della Sanità. Segretario del Tribunale Permanente dei Popoli. Attualmente è direttore del Consorzio “Mario Negri Sud”. Ha pubblicato molti articoli e volumi ed è socio fondatore e membro del Comitato di Redazione di riviste italiane di ricerca e divulgazione scientifica; è inoltre membro del Comitato Editoriale di riviste internazionali di metodologia clinica, epidemiologia, ricerca clinica cardiovascolare.

francesco tonucci

Francesco Tonucci

Nato a Fano nel 1940, si è laureato in Pedagogia all’Università Cattolica di Milano. Dopo la laurea ha lavorato come maestro elementare, e nel 1966 è entrato come ricercatore all’Istituto di Psicologia del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR). Dal 1982 è responsabile del reparto di Psicopedagogia dell’Istituto, dove é attivo un programma di educazione ambientale (ANDREA-Archivio Nazionale di Documentazione e Ricerca sull’Educazione Ambientale) che prevede una banca dati per i bambini, un database che verrà riempito dai bambini. Le sue ricerche vertono intorno allo sviluppo cognitivo del bambino, allo studio del pensiero e del comportamento infantile, al rapporto tra sviluppo cognitivo del bambino e metodologie educative. Da molti anni si occupa del rapporto tra i bambini e la città, cui ha dedicato il progetto “La città dei bambini” varato nel 1991 nel Comune di Fano, dando vita ad un laboratorio che considera un modo nuovo di pensare la città assumendo il bambino come punto di riferimento. Il progetto ha riscosso un grande successo tra i sindaci delle città, e Tonucci nel 1995 è stato chiamato come consulente dal Sindaco di Palermo. E’ stato inoltre costituito un gruppo di lavoro che svolge attività di coordinamento e fornisce un sostegno ai sindaci che aderiscono al progetto. Nel 1997 è stato chiamato dal presidente del Consiglio a presiedere il Comitato Televisione- minori, per un codice di autoregolamentazione delle televisioni pubbliche e private, firmato nell’ottobre 1997. Francesco Tonucci fa parte del comitato scientifico del WWF. Ha ricevuto 6 dottorati honoris causa da Università spagnole e latinoamericane e anche il premio Unicef 2019. Ha pubblicato più di 30 titoli molti dei quali sono stati tradotti in diverse lingue. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: La città dei bambini, 1996, Bari, Laterza, Guida al giornalino di classe, 1980, Bari, Laterza, La valutazione come lettura dell’esperienza, 1978, Bologna, il Mulino, A tre anni si fa ricerca, 1976, Firenze, La ricerca come alternativa all’insegnamento,1972, Firenze, LEF. Con lo pseudonimo di FRATO firma vignette satiriche sui temi dell’educazione, la città, i bambini e il gioco che accompagnano la riflessione dei docenti e gli attori coinvolti nel progetto “La città dei bambini”.

aluisi tosolini

Aluisi Tosolini

Esperienza: Viaggio nel futuro delle città

Dirigente Scolastico del Liceo Bertolucci di Parma e Coordinatore della Rete Nazionale delle Scuole di Pace http://www.lamiascuolaperlapace.it/

trovato

Marco Trovato

Direttore editoriale della rivista Africa dal 2007, si occupa di culture e problematiche legate al continente africano. Ha realizzato reportage da una quarantina di nazioni africane. Da vent’anni promuove e cura progetti di educazione interculturale rivolti al mondo scolastico e universitario. Ha curato e realizzato le mostre fotografiche “One Day in Africa” (24 ore nel continente vero), “Good Morning Africa” (la rinascita del continente africano), “Nei Giardini di Allah” (dedicata alle oasi del Sahara) e “Figli maledetti” (sul fenomeno dei bimbi congolesi accusati di stregoneria), “L’Africa in volo” (foto aeree scattate dai migliori reporter internazionali), “In God’s Country” (dedicata al tema della fede e della spiritualità in Africa), “Energy Africa” (dedicata al tema dell’approvvigionamento energetico e delle sfide ambientali). E’ curatore di seminari sull’Africa, viaggi in Africa, nonché del workshop “Dialoghi sull’Africa”, evento annuale di informazione e formazione, a cui partecipano i più autorevoli osservatori, studiosi ed esperti di questioni africane. Cura corsi di formazione e di aggiornamento in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti (il mondo dell’informazione e l’Africa), con la Fondazione Indro Montanelli (Professione Reporter) e con il Ministero degli Affari Esteri (sessioni di formazione per i volontari del Servizio Civile Internazionale).

trucco

Lorenzo Trucco

Avvocato, Presidente e cofondatore dell’Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione (ASGI). Svolge attività professionale nel campo del diritto penale, del diritto civile e amministrativo con particolare riguardo alla materia del diritto dell’immigrazione e dell’asilo e di tutta la tematica dei diritti umani. Dal 2014 al 2019 è stato docente in vari corsi di formazione in materia di diritto dell’immigrazione tra i quali si segnalano: Università Ca’ Foscari: Master sull’immigrazione. La protezione internazionale. Venezia. E’ cofondatore della rivista “Diritto, Immigrazione e Cittadinanza”. Coautore di varie pubblicazioni tra cui: “La legge sulla cittadinanza: com’è e come vorremmo che fosse” in Immigrazione e Sindacato, Lavoro cittadinanza e rappresentanza, VII Rapporto, 2014; “L’attualità del Male. La Libia dei Lager è verità processuale” Ed SEB 27, 2018.

mario vaccarone

Mario Vaccarone

Nasce a Casale Monferrato (AL). Si laurea in Ingegneria Idraulica Sanitaria (attuale indirizzo Ambientale) presso l’Università del Studi di Pavia. Esercita la propria attività professionale dal 1984 in studi professionali e società di ingegneria, fra queste e dal 1998 al 2014 presso Golder Associates srl di Torino. Attualmente è libero professionista. Ha un’ampia esperienza nella progettazione, direzione lavori, coordinamento per la sicurezza di bonifiche e riqualificazione di siti contaminati e di siti contaminati da amianto, fra questi il sito di interesse nazionale di Casale Monferrato nel periodo 1998-2007.

vanoli2

Alessandro Vanoli

Laureato in Storia della Filosofia medievale e ha conseguito il dottorato a Venezia, Ca’ Foscari, in Storia Sociale europea. Si è occupato di Spagna medievale e di rapporti tra cristiani e musulmani nel mondo iberico. Dal 2002 al 2012 ha insegnato presso l’Università di Bologna e presso l’Università Statale di Milano storia del Mediterraneo, lavorando in particolare sulla storia della medicina araba e sulla presenza islamica in Sicilia. Dal 2008 si occupa del rapporto tra mondo mediterraneo e spazio atlantico, studiando in particolare la presenza islamica nel Nuovo Mondo nella prima età Moderna. Dal 2012 collabora con alcuni festival culturali e con l’editore il Mulino. Si dedica a progetti teatrali quanto ad attività didattiche legate alla conoscenza del mondo islamico e alla promozione della storia. Nel 2015 ha pubblicato Quando guidavano le stelle, il racconto, in parte autobiografico, di un viaggio mediterraneo sviluppato nel tempo e nello spazio, poi L’ignoto davanti a noi, affrontando il tema della scoperta geografica e della fine dello spazio esplorabile. Ha curato la mostra “Goccia a goccia dal cielo cade la vita. Acqua, Islam e Arte”, nel 2019, presso il Museo d’arte orientale di Torino. Collabora attualmente con Radio RAI 3 e con il quotidiano Il Corriere della Sera.

Luigi Vari

Luigi Vari

Vescovo di Gaeta

veronesi

Alberto Veronesi

Esperienza Arvaia

Presidente e socio fondatore di ARVAIA Società Cooperativa agricola e community supporter a Bologna. Dal 2000 al 2011 è stato responsabile dell’ufficio tecnico di Prober, associazione produttori biologici dell’Emilia Romagna.

Enrico Vettorazzo

Enrico Vettorazzo

Responsabile delle attività di comunicazione, di divulgazione e dei progetti di ricerca e monitoraggio in ambito faunistico del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi. Per il progetto LIFE WolfAlps EU segue le azioni di comunicazione, di educazione ambientale e di monitoraggio del lupo nel territorio del Parco Nazionale.

zanotelli

Alex Zanottelli

Religioso, presbitero e missionario italiano, facente parte della comunità missionaria dei Comboniani. Missionario comboniano per il Sudan, restandovi dal 1965 al 1978. DaI 1978 al 1987 direttore della rivista “Nigrizia”. Dal 1994, fino al 2002, ha vissuto a Korogocho, una delle infinite “per estensione e miseria” baraccopoli di Nairobi. Dall’aprile 2002 è rientrato stabilmente in Italia. È l’ispiratore e il fondatore di diversi movimenti italiani tesi a creare condizioni di pace e di giustizia solidale. Sostenitore e animatore dei movimenti italiani per l’acqua pubblica. È direttore, sin dalle origini, della rivista nonviolenta fondata da don Tonino Bello, Mosaico di Pace

Il 23 settembre 2013 gli viene conferita la laurea honoris causa in Giurisprudenza in “Sistemi giuridici ed economici del Mediterraneo: società, ambiente, culture» dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro.

zanotti

Fabrizio Zanotti

cantautore, piemontese di nascita ma pugliese d’origine, la sua esperienza artistica comincia nel ’91 con il duo folk Fabry & Banny. Tra varie collaborazioni, nel 2010 con il progetto “Pensieri corti” (Storie di note) un concept-album sulla vita contemporanea, collabora con Libera contro le Mafie. Conduttore di laboratori di songwriting nascono dal desiderio di avvicinare le persone a “strumenti” con i quali possano tradurre emozioni, pensieri e proprio vissuto in un’alchimia di musica e parole.

?????????????????????????????????????????????

Rada Zarkovic

Originaria di Mostar, un passato con le Donne in nero e attuale presidente della Cooperativa Agricola Insieme, Skender Hot. La Cooperativa agricola Insieme è nata nel 2003 per favorire il processo di ritorno a casa delle persone fuggite dalla guerra e per il ripristino delle condizioni per la vita in comune di persone di nazionalità diverse. Le lavoratrici della cooperativa sono prevalentemente donne musulmane e cristiano-ortodosse, spesso vittime o familiari delle opposte fazioni che si sono scontrate durante la guerra degli anni Novanta. Oggi lavorano, insieme, per la produzione di lamponi e altri piccoli frutti a pochi chilometri da Srebrenica, al confine tra Bosnia Erzegovina e Serbia, tra le zone più segnate durante la guerra.